Google+

Lavoro, una bella notizia. La Lombardia rilancia il sistema della Dote (si chiama sussidiarietà)

agosto 12, 2013 Redazione

La giunta di Maroni mette in campo 50 milioni per la Dote unica lavoro. Saranno i cittadini a scegliere i servizi di formazione e inserimento migliori per rilanciarsi sul mercato. Per il Corriere della Sera «un passaggio culturale»

Ogni tanto il martoriato mondo del lavoro italiano è scosso anche da qualche buona notizia. Questa arriva dalla Lombardia di Roberto Maroni e a sottolinearla è Stefano Blanco nell’editoriale del dorso milanese del Corriere della Sera, una testata che fin qui non ha fatto molti sconti alla nuova guida leghista della Regione. «In questi giorni è stata approvata dalla giunta regionale lombarda la Dote unica lavoro che l’assessorato Istruzione, Formazione e Lavoro mette in campo con un primo finanziamento europeo di circa 50 milioni di euro per offrire servizi di formazione, orientamento e inserimento lavorativo», scrive Blanco, secondo il quale «si tratta di una partita cruciale per il rilancio di un mercato del lavoro stagnante».

IL SOGGETTO È LA PERSONA. Il sistema della Dote, di conio formigoniano, non è una novità per la Lombardia, ricorda il Corriere. L’aspetto inedito è che esso «finalmente trova una sola declinazione che racchiude le precedenti in ottica di collocazione o ricollocazione lavorativa come principale obiettivo» contro la crisi. «Il sistema ha avuto il pregio e lo ha ancora di spostare sulla persona la possibilità di scegliere tra i servizi offerti sul territorio da una serie di operatori accreditati dal sistema regionale», si legge nell’editoriale. «Il soggetto, usualmente fruitore passivo di servizi, diviene soggetto attivo nella scelta e scrematura di quali servizi possano meglio essergli utili nella costruzione di un percorso personalizzato e guidato dalla persona, come utente attivo nella costruzione della propria dote». È così che nasce «una concorrenza virtuosa gli operatori del settore che se offrono qualità sono scelti e quindi finanziati, in caso contrario no».

PASSAGGIO CULTURALE. Secondo Blanco il provvedimento rappresenta una «occasione» per il mercato del lavoro, benché poco conosciuta. È dunque «urgente una comunicazione maggiormente efficace», oltre ovviamente alla necessaria «attenzione alla qualità dei servizi offerti dagli operatori». In ogni caso, conclude il Corriere, la Dote unica lavoro va promossa come «un passaggio culturale che deve vedere ognuno in un continuo percorso di alternanza di formazione-lavoro e in una sempre maggiore coscienza di dover essere fattivamente soggetto creatore di questo processo. Pena l’uscita dal mercato».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. gianni says:

    Lo stesso principio applicato alla sanità è costato a Formigoni la carriera e a Simone-Daccò (preventivamente) la libertà: quando andrà fatto fuori Maroni, i PM attaccheranno ancora…

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.