Google+

Last week, next week 14

aprile 21, 1999 Festa Lodovico

Last week, next week

Armando Cossutta La scorsa settimana i viaggi di Armando Cossutta a Parigi, Mosca e Belgrado hanno ridato al vecchio comunista il brivido di un nuovo protagonismo. Come numero 2 del Pci Cossutta era stato uomo chiave della Prima Repubblica tra la fine dei ’60 e l’inizio dei ’70: poi Enrico Berlinguer lo aveva allontanato giudicandolo politico più attento al potere che alle idee. Iniziò per Cossutta un lungo periodo di esperienze minoritarie, lontane dal suo carattere di politico interessato a contare. Dopo la scissione con Fausto Bertinotti, Cossutta si trova in una situazione analoga a quella di Clemente Mastella: un buon pacchetto di parlamentari, un buon potere di condizionamento del governo, pochissimo seguito reale. In questa condizione Cossutta si è messo a pasticciare sui temi della pace, mescolando principi, esigenze tattiche, mezze misure. Nella sua “seconda volta” Cossutta conferma il giudizio che Berlinguer diede di lui.

Mario Segni In questa settimana, il 18 aprile, si voterà per il referendum antiproporzionale: anima l’iniziativa Mario Segni, già protagonista nel ’93 dell’altro referendum sul sistema elettorale, che portò al Mattarellum.

In quell’occasione Segni si inebriò del suo ruolo e dopo la vittoria degli antiproporzionalisti, si convinse che tutta l’Italia si sarebbe messa ai suoi piedi. A piedi restò lui mentre si formavano, più o meno faticosamente, uno schieramento di centrodestra e uno di centrosinistra che tuttora resistono. Oggi l’iniziativa di eliminare via referendum i partitini (una delle cause del pantano politico ancora imperante) può essere utile. Accanto a persone per bene (come Giuseppe Calderisi o Augusto Barbera) Segni ha raccolto personaggi sgradevoli. Ma così vanno i referendum. Nella gestione dell’operazione Segni dimostra elementi di rescipiscenza e moderazione, nonostante qualche traccia della passata ebbrezza. La sua seconda volta potrebbe essere meglio della prima.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana