Google+

L’amico americano

aprile 14, 1999 Scalpelli Sergio

L’ospite/Scalpelli

Carissimi amici, Dachau. È la parola evocata dalle immagini del treno dei deportati kosovari trasmesse in tutto il mondo. Ho letto l’editoriale di “linea” con cui Tempi si schiera contro l’intervento Nato.

Un po’ ho sofferto perché nemmeno quando ero comunista mi era capitato di firmare fogli pacifisti. Io sono sempre stato un realista, continuo a pensare infatti che l’uomo migliore della sinistra europea nel dopoguerra sia stato Helmut Schmidt, il cancelliere che volle i Pershing e i Cruise contro gli SS20 sovietici; l’uomo che veniva attaccato al grido “besser rot als todt – meglio rossi che morti”. Ma al di là delle battute e dei ricordi vorrei dirvi solo questo: penso che abbiate ragione, nel dubbio, a stare con Giovanni Paolo II, un gigante del secolo che volge al termine, penso però che, nel caso in questione, l’unico dubbio lecito sia tra i bombardamenti ed un intervento di terra per collocare la forza d’interposizione Nato dopo aver respinto le milizie serbe. Nessun intervento sarebbe equivalso a legittimare il massacro. L’ultima cosa. Io sono d’accordo con le funzioni di polizia internazionale che la Nato svolge. Dovrebbe svolgere semmai questo ruolo con maggiore prontezza e con una certa paradossale “equanimità” nella selezione dei luoghi critici. Finito il bipolarismo Usa-Urss si legittima il diritto d’ingerenza dell’Occidente liberale per tutelare il diritto ed i diritti umani laddove siano calpestati. Io questo penso, ma poiché avete posto con molto garbo il problema della guerra e della pace, e poiché Tempi è sempre più bello e il 99,9% della battaglie che fa sono sacrosante, io, a dimettermi da condirettore responsabile non ci penso proprio, magari me ne starò un po’ in sonno. Almeno fino a quando ritornerete ad essere quegli splendidi campioni di libertà che conosco.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download