Google+

La zizzania di Rep. alla fine ha messo zizzania anche nel Pd

marzo 13, 2012 Redazione

Ieri l’associazione Libertà e Giustizia, di Zagrebelsky e De Benedetti, si è riunita a Milano per affermare che la medicina Monti potrebbe presto diventare «veleno che uccide». Chi nel Pd vuole un futuro montiano sa che non potrà più contare sull’appoggio del patron di Repubblica.

“Scalfari contro Zagrebelsky. Contro l’associazione Libertà e Giustizia che ha trasformato (ieri a Milano) la diffidenza per i tecnici al governo in ostilità aperta, in una manifestazione pubblica del genere sperimentato contro il Cav. Presenti Umberto Eco e Roberto Saviano, con alto patrocinio di Carlo De Benedetti e alta diffidenza di Eugenio Scalfari: che domenica scorsa su Rep. ha chiesto di andarci piano con la tesi del «sequestro della democrazia», tacciando di «irresponsabilità» chi, a proposito di Monti, amplifica «le critiche e i disagi che fanno parte non eliminabile del processo in corso»” (Foglio, p. 1).

“Scalfari si rivolge ai partiti, ma il destinatario è il manifesto che ha il costituzionalista di riferimento, Gustavo Zagrebelsky, come primo firmatario, e in cui si accetta la fase Monti come la medicina che potrebbe diventare presto «veleno che uccide». Che le visioni fossero inconciliabili si era visto nelle prime settimane di vita del governo, quando Scalfari e Zagrebelsky si erano dati rispettivamente del «cretino» e dello «stolto». Oggi però la zizzania del partito di Rep. registra anche dei riflessi nel mondo del Pd. Il tifo per il ritorno della politica contro la pausa tecnica e le perplessità su un Monti bis allontanano Veltroni da CDB, avvicinando D’Alema all’Ing., sia pure solo sul piano teorico. Paradossi che il Pd osserva da una distanza di sicurezza perché il dibattito così acceso sulla sospensione della democrazia ha un convitato di pietra: il Quirinale; che peraltro non aveva nascosto la sua insofferenza per quelle obiezioni nel discorso di Natale” (Foglio, p. 1).

“Il manifesto di L&G premette al punto numero uno che Napolitano ha esercitato «una difficile supplenza in stato di necessità», che il movimento ha «salutato con sollievo la svolta perché non dimentica che le forzature costituzionali avrebbero potuto indurre qualcuno a una forzatura finale». Ma lì finisce la prudenza mentre la visione allarmista per il futuro a breve fornisce argomenti ai critici del governo Monti. Risultato? La zizzania di Rep. alla fine ha messo zizzania anche nel Pd, col risultato che da ora in poi anche gli ipermontiani del Pd (alla Veltroni e alla Letta) sanno che per lavorare a un Monti bis non potranno più contare sull’appoggio prezioso del vecchio CDB” (Foglio, p. 1).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana