Google+

La Wta non vuole più lamenti in campo. Si attendono le reazioni di Maria Sharapova

gennaio 29, 2013 Paola D'Antuono

L’associazione tennistica femminile ha deciso di mettere al bando gridolini, lamenti e gemiti, così usuali tra le tenniste. Che ora potrebbero persino vedersi togliere un punto conquistato a suon di urla.

Fine del lamento per Maria Sharapova e e altre colleghe urlatrici. L’associazione tennistica professionistica femminile, la Wta, sta cercando in tutti i modi di mettere al bando la fastidiosa abitudine di alcune tenniste di grugnire, urlare e gemere durante una partita. Questa pratica, chiamata “grunting”, sta prendendo piede tra molte giocatrici tanto che il circuito ha deciso di correre ai ripari per evitare tentativi di emulazione da parte delle tenniste più giovani. Come ha dichiarato la chief executive della Wta Stacey Allaster, al quotidiano Usa Today, si sta pensando a un’applicazione più severo del regolamento: «Credo che ci sarà un adattamento della hindrance rule». Questa norma prevede la ripetizione del punto nel caso un giocatore ostacoli senza volerlo il suo avversario. Nel caso di azione di disturbo volontaria, invece, il punto conquistato viene perso.

MARIA E LE ALTRE. I gemiti di Maria Sharapova ora che fine faranno? Probabilmente saranno costretti a scomparire, o quando meno a scendere di volume, come quelli della numero uno al mondo, la bielorussa Victoria Azarenka e delle sorelle Williams. Ora le campionesse dovranno trovare un altro modo per distrarre le avversarie e far sorridere il pubblico maschile. La Wta ha deciso di mettere in piedi anche una campagna di educazione. Nei prossimi mesi i dirigenti visiteranno numerose accademie di tennis femminile per cercare di arginare il diffondersi del curioso fenomeno. Dei gridolini qualche anno fa si era lamentato persino Boris Becker che li aveva definiti troppo provocanti («ricordano il sesso»). E i grugniti disumani di alcuni tennisti? Per il momento sono ancora “legali”, forse a causa del loro scarso appeal.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana