Google+

La strana idea di «democrazia» di un Fratello musulmano

marzo 13, 2012 Leone Grotti

Khairat el-Shater, milionario tra i leader della Fratellanza in Egitto: «L’islam non è in contraddizione con la democrazia, anche chi è più laico può partecipare alle elezioni. Si può discutere su come applicare gli insegnamenti islamici ma la gente ci ha chiesto uno Stato islamico».

«L’islam richiede la democrazia, il libero mercato e la tolleranza nei confronti delle minoranze religiose. Ma nelle recenti elezioni gli egiziani hanno esplicitamente chiesto uno Stato islamico». Khairat el-Shater non lo dice ma il finale implicito è: e noi glielo daremo. Milionario di 62 anni, di cui 12 passati in prigione sotto il regime di Hosni Mubarak, el-Shater è uno dei leader dei Fratelli Musulmani e il suo principale finanziatore. Entrato nell’associazione islamica all’età di 18 anni perché «parlavano di tutto: individuo, società, economia, famiglia, Stato», ha contribuito a costruire la formazione politica Libertà e Giustizia, che richiede fedeltà assoluta alla Fratellanza.

Nelle prime elezioni libere dalla caduta di Mubarak, i Fratelli Musulmani hanno conquistato il 47 per cento dei seggi nella Camera bassa, quella più importante, e il 59 per cento in quella alta, organo consultivo. «L’islam regola la vita nella sua interezza: politicamente, economicamente e socialmente. Non c’è separazione tra politica e religione». Per questo a chi chiedeva alla Fratellanza di non creare un suo partito, ma di lasciare i suoi membri liberi di fare politica in modo autonomo, ha risposto: «Bisogna giurare obbedienza ai leader della Fratellanza, che si occupa di economia, politica, sport, carità. Non si può staccare un pezzo dall’altro. Chi dissente, può andarsene in un altro partito».

El-Shater ammette poi di essere favorevole alla democrazia e al confronto tra partiti che la pensano in modo diverso, anche se la sua idea è un po’ diversa da come la intende l’Occidente: «Il concetto islamico di shura [il consiglio che elesse il terzo califfo dell’islam, ndr] è uguale a quello della democrazia rappresentativa» dice al New York Times. «Chi ha una visione più laica può partecipare a elezioni giuste e libere. Se ci sono idee diverse su come applicare gli insegnamenti islamici alla gente, bisogna appianare le divergenze con metodi democratici». E se si mettessero in dubbio gli insegnamenti islamici? «La gente ha chiesto uno Stato islamico».
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.