Google+

La Spagna alza bandiera bianca e l’Europa mette mano al portafogli

giugno 27, 2012 Chiara Sirianni

Con una lettera Madrid chiede ufficialmente aiuto all’euro-gruppo. Intanto il governo si prepara a varare riforme austere, ma dovrà fare i conti con il Psoe, pronto a negare l’appoggio politico.

Dopo settimane di indecisioni, il governo spagnolo ha chiesto ufficialmente aiuto all’Unione Europea per salvare le sue banche. Madrid ha diffuso alla stampa la missiva spedita all’euro-gruppo, senza precisare la cifra necessaria, che verrà stabilita da Bce (Banca Centrale Europea)  Fmi (Fondo Monetario Internazionale) e Eba (Autorità bancaria europea). Entro il 9 luglio saranno diffusi i dettagli del piano e l’esatto ammontare degli aiuti. Dopo l’esito degli stress test la cifra necessaria alle banche spagnole si aggirava attorno ai 62 miliardi di euro, nel peggiore dei casi. Il centro studi Open Europe, ipotizzando un ulteriore calo dei prezzi immobiliari, per la ricapitalizzazione ha invece stimato una cifra pari a 110 miliardi di euro. Entro settembre verranno diffusi anche i dati legati ai singoli istituti di credito (Santander, per esempio, dovrebbe essere in positivo, così come Bbva). Salgono così a cinque su diciassette i paesi dell’Eurozona obbligati a ricorrere agli aiuti del fondo salva-stati. L’agenzia internazionale Moody’s ha anche tagliato il rating a 28 banche spagnole: il taglio va da uno a quattro scalini, a seconda dell’istituto. Una decisione dovuta, si spiega in una nota, all’indebolimento della capacità di credito del governo spagnolo.

Il governo intanto ha annunciato la presentazione di un progetto di bilancio per il 2013-2014. Il premier spagnolo ha annunciato «dure riforme», senza specificare però in quali settori. Il vicepresidente della Commissione europea, Joaquín Almunia, ha parlato di «proposte vincolanti» dal momento che «la Spagna è molto indietro nel soddisfare gli obiettivi di disavanzo di quest’anno». Una delle misure previste è l’aumento dell’Iva. Il segretario generale del Psoe (Partito socialista operaio spagnolo), Rubalcaba, ha però negato qualsiasi appoggio politico a ciò che «è scritto in piccolo fra le misure di salvataggio», dal momento che «il rimedio è peggiore del male». Sia per quanto riguarda l’Iva, sia per le ventilate riduzioni delle pensioni e indennità di disoccupazione. Certo, l’augurio è che «ci sia un salvataggio completo della Spagna», ma senza chiedere altri sacrifici ai cittadini. Il capo del principale partito d’opposizione ha accusato Rajoy di avere precise responsabilità: «La situazione è peggiorata, rispetto a sei mesi fa. La gestione della crisi delle banche è stata disastrosa».

Anche El Pais ne fa un problema di «mancanza di leadership» che la crisi ha fatto emergere. El Mundo invece sottolinea che per la prima volta il Psoe ha ammesso la sua responsabilità per quanto riguarda la bolla immobiliare che ha strozzato l’economia spagnola, per bocca di Soraya Rodriguez (portavoce del gruppo socialista). La Rodriguez ha anche annunciato la presentazione di una proposta di voto in Parlamento per la creazione di un comitato di sorveglianza per l’operazione di salvataggio delle banche, che sia il più possibile «richiesto, trasparente, ampio e aperto». Intanto l’incubo degli spagnoli è diventata la bolletta elettrica: il ministero dell’industria ha deciso di aumentare il tasso del 7% nel mese di aprile, e si parla di un ulteriore aumento previsto nel mese di luglio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana