Google+

La rivoluzionaria Elena: la madre di Costantino che ritrovò la Croce e riformò l’impero

ottobre 27, 2012 Massimo Giardina

La figura di Elena, madre dell’imperatore. Monsignor Navoni è dottore dell’Ambrosiana e spiega la santa con gli occhi del patrono Ambrogio

La mostra aperta il 25 ottobre a Milano, presso Palazzo reale, celebra i 1.700 anni dell’editto di Milano. Momento centrale della cristianità in cui l’imperatore Costantino, a seguito delle persecuzioni avvenute pochi anni prima dal tetrarca Diocleziano, permise il culto anche ai cristiani segnando la svolta dell’impero romano e nei secoli successivi di tutto l’Occidente.

LA LOCANDIERA IMPERATRICE. Figura principale, oltre all’imperatore, è la madre Elena: una santa e per sant’Ambrogio vera artefice della svolta cristiana nell’impero romano. «Elena era una locandiera che divenne concubina di Costanzo Cloro – ricorda monsignor Marco Navoni, dottore della Biblioteca ambrosiana – e nasce da famiglia cristiana, ma le notizie sono molto sobrie e occorre distinguere tra leggenda e realtà». Il valore attribuito a Elena vede in Sant’Ambrogio il massimo esponente tanto che il patrono di Milano dice del figlio imperatore: «beatus Costantinus tali parente». Commenta Navoni: «Per Ambrogio, Costantino è beato, ma lo è grazie alla fede della madre».

I CHIODI DELLA CROCE. Monsignor Navoni sottolinea il fatto che, prima di Ambrogio, le fonti presentavano come un semplice feticcio il chiodo della Croce di Cristo che Elena aveva donato al figlio e fatto inserire nell’elmo. «Era presentato come una presenza magica per vincere le guerre, ma Ambrogio cambia l’elmo in diadema e parla volutamente di clavus che in latino ha un doppio significato, chiodo e timone: il chiodo è, allo stesso tempo, ciò che regge e che guida l’impero romano. ll chiodo inserito nel diadema sta ad indicare che l’impero è ormai cristiano ed è retto da principi ad esso ispirati e l’adorazione che, nella tradizione pagana veniva riferita all’imperatore, in realtà è alla croce di Cristo». L’altro clavus della Croce donato dall’imperatrice a Costantino ha un diverso valore simbolico, ma non meno importante per Ambrogio. «L’altro chiodo, trasformato nel morso del cavallo indica che nei principi evangelici c’è un freno alla intemperanza del potere. Le indicazioni di Ambrogio riportate ai nostri giorni dicono che l’esercizio dell’autorità deve avere delle idealità direttive (la corona) e deve essere condotto da principi superiori (il morso)».

UNA SCELTA DI PARTE. Costantino, grazie alla madre, fa una scelta di parte e dà luogo ad una legislazione filocristiana. «Ad esempio la legge del 321 dove si definisce la domenica come il giorno festivo per l’impero: un dato molto importante perché non c’è nulla come il calendario che marca e ritma la vita dei cittadini. Ambrogio sottolinea questo valore, infatti dice in modo benevolo dell’imperatore: “nonostante si sia fatto battezzare sul punto di morte” . Usa una forma concessiva: ha fatto bene nonostante il ritardato battesimo avvenuto per mano di un vescovo ariano. Un valore che però vede in Elena l’attore principale, la mano della provvidenza che ha portato alla costruzione di un impero cristiano».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana