Google+

La riforma della scuola? Entriamo nel merito

gennaio 9, 2012 A Cura Del Clu

aIl convitato di pietra della scuola italiana ha ridato segni di vita. Lo ha evocato il governatore di Bankitalia nella sua relazione di mercoledì scorso; lo ha rilanciato dalle pagine del Corriere l’ex ministro – che del mostro fu vittima – Luigi Berlinguer. È lo spettro del “merito”: l’idea che gli insegnanti non siano tutti […]

aIl convitato di pietra della scuola italiana ha ridato segni di vita. Lo ha evocato il governatore di Bankitalia nella sua relazione di mercoledì scorso; lo ha rilanciato dalle pagine del Corriere l’ex ministro – che del mostro fu vittima – Luigi Berlinguer. È lo spettro del “merito”: l’idea che gli insegnanti non siano tutti bravi allo stesso modo, e che se una maggior professionalità viene riconosciuta e incentivata tutti saranno spinti a migliorare; mentre se come oggi tutti sono trattati allo stesso modo il risultato inevitabile è che i migliori cercano altri mestieri, e anche quelli che restano alla lunga si stufano di essere trattati come tutti, e si rassegnano alla mediocrità.
Naturalmente, sullo stesso Corriere sindacalisti e affini si sono affrettati a rispondere che la professionalità non si può misurare (il che è vero), che tutti gli insegnanti sono nobili missionari (un po’ meno), e che quindi bisogna aumentare gli stipendi a tutti. Il governo del Polo – sbagliando clamorosamente bersaglio – preferì affrontare il Moloch dei cicli piuttosto che lo spettro del merito; se il dottor Fioroni avrà il coraggio di rimettere a tema la questione – evitando i quizzoni berlingueriani – questa rubrica non potrà che appoggiarlo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.