Google+

La regina Elisabetta vieta le scollature e le gonne corte

giugno 21, 2012 Elisabetta Longo

Il Royal Ascot non è solo un torneo di polo. È l’evento che l’aristocrazia e l’alta borghesia inglese aspetta di anno in anno, e cade sempre la terza settimana di giugno, come deciso dalla regina Anna nel 1711, che volle una competizione ippica vicino al suo amato castello di Windsor sulla quale poter scommettere e […]

Il Royal Ascot non è solo un torneo di polo. È l’evento che l’aristocrazia e l’alta borghesia inglese aspetta di anno in anno, e cade sempre la terza settimana di giugno, come deciso dalla regina Anna nel 1711, che volle una competizione ippica vicino al suo amato castello di Windsor sulla quale poter scommettere e ricevere ospiti. E gli ospiti da allora sono sempre accorsi, pronti a farsi vedere e a farsi fotografare. Per questo la sfida alla mise più eccentrica è sempre aperta e il “dress code” che viene imposto è volutamente molto rigido per limitare i più estrosi. Quest’anno in particolare, per colpa dei primi vestiti apparsi sulla scena, il dress code è stato ulteriormente rinforzato per volere di sua maestà la regina Elisabetta, che si è presentata con l’immancabile tailleurino color cielo con accessori coordinati e il principe Filippo al suo fianco, pochi giorni dopo l’uscita dall’ospedale.

Ecco allora le nuove regole: le gonne non devono essere troppo appariscenti. Guai a indossarle troppo corte, o peggio, ad avere le gambe palesemente abbronzate da una lampada, così poco in linea con il pallore britannico. Vietati in teoria anche i “fascinator” troppo alti o ingombranti, quei copricapi a cerchietto modaioli sdoganati al matrimonio di William e Kate. La misura adeguata delle gonne è un paio di centimetri sotto il ginocchio, mentre non sarà consentito indossare top senza maniche o vestiti troppo scollati, pena doversi coprire con pashmine e giacche appositamente rifornite dalle assistenti del Royal Ascot. Perché? Sua maestà è stufa di vedere il suo amato torneo ridotto a galleria fotografica sui tabloid inglesi, ma a giudicare dalle mise delle ospiti presenti, i divieti non sono stati sufficienti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. That is really interesting, You are an excessively skilled blogger. I have joined your feed and look ahead to seeking more of your fantastic post. Also, I’ve shared your website in my social networks!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.