Google+

La piadina diventerà patrimonio Unesco

gennaio 20, 2014 Elisabetta Longo

La proposta coraggiosa dell’assessore al turismo dell’Emilia Romagna, per tutelare il cibo regionale

piadinaL’assessore al turismo della Regione Emilia Romagna Maurizio Mellucci ama così tanto la specialità tipica della sua Regione da averla proposta come patrimonio dell’Unesco. È la piadina, signore e signori.

UNESCO. “Sulla assoluta eccellenza della piadina non si discute, tanto che ne proporrò la candidatura a Patrimonio dell’Umanità. La piadina, più che un mero cibo, è una vera e propria categoria dello spirito, un prodotto dell’eccellenza territoriale romagnola”, ha detto il simpatico assessore al talk show on line Klauscondicio. “La piadina, o il cibo nazionale dei Romagnoli, è ormai diventata protagonista della tavola e, passando attraverso le mode e le tendenze gastronomiche, è sempre rimasta attuale grazie all’inventiva e alla creatività delle piadaiole locali, che l’hanno resa col tempo l’ideale filo conduttore di ogni viaggio gastronomico in terra di Romagna. Insomma è un Patrimonio dell’Umanità e quindi la candideremo a diventarlo ufficialmente”, ha proseguito Melucci.

CONTRO IL CARASAU. Il vice-capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati, Gianluca Pini, sempre ospite del talk show, ha appoggiato la causa romagnola, dando addosso al celebre pane carasau sardo: “E’ molto meglio la piadina del pane carasau sardo, perché è più saporita. Non è solo buona, è anzi ottima, e si sposa molto meglio con il prosciutto. E’ un prodotto che deve essere valorizzato e tutelato soprattutto se si considera che ce ne sono tanti altri magari meno conosciuti al mondo, che hanno ottenuto la certificazione DOP o tutta una serie di tutele dal punto di vista nazionale”.

 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Antonio scrive:

    cose serie, eh.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana