Google+

La periferia è fuori moda, vado a vivere in centro (in dieci bellissimi mq)

maggio 9, 2012 Paola D'Antuono

A Milano e Roma è boom di richieste per i monolocali sotto i venti metri quadrati. Saranno belli come l’appartamento di Renato Pozzetto in “Ragazzo di campagna”?

“Pantheon Mini-garconniere, 5 mq 50.000 euro”. Nessun errore, nessuno scherzo: un anno fa questo singolare annuncio comparve per le vie centrali di Roma, spingendo centinaia di curiosi e numerosi giornalisti a telefonare per chiedere informazioni. Il mini mini mini appartamento era realmente in vendita e si poteva anche visitare: uno alla volta, però, altrimenti non ci si stava. Il coraggioso compratore del ripostiglio versione casa se mai c’è stato però è rimasto ignoto, ma a un anno di distanza potrebbe rivalutare il suo particolare acquisto: chi poteva sapere che la tendenza immobiliare si sarebbe ben presto orientata verso le case di piccola metratura? Anzi, piccolissima. I 100 mq in periferia? Roba da anni ’80, per vivere bene in città è necessario – indispensabile – vivere in centro, a tutti i costi. Già, ma chi si può permettere un quadrilocale con vista sul Cupolone di San Pietro o davanti alla Madonnina? Con i tempi che corrono, praticamente nessuno. Ma un monolocale, quello sì che va a ruba. Lo rivela il Corriere della Sera che, con un’inchiesta “scomoda”  (nel senso dei mq), ha raccontato la situazione delle case nella capitale della moda e dei single, Milano.

Nella città meneghina gli appartamenti dai 20 mq in giù stanno diventando richiestissimi
: single amanti della movida, giovani designer ansiosi di scrivere sul loro curriculum “residente in Brera”, studenti fuorisede che non vogliono farsi 20 fermate di tram per arrivare a casa, neo separati che riassaporano il gusto della libertà senza l’odioso obbligo di passare l’intero week-end a fare le pulizie nell’enorme casa vuota. Ed eccolo quindi l’identikit dell’inquilino della casa molto carina, senza soffitto e senza cucina. Una casa che, alla stregua di quella di Renato Pozzetto nel mitico Ragazzo di campagna, ha tutto ciò che serve in uno spazio ridottissimo. Tutto è al millimetro e così, se potete fare la colazione a letto – tanto i fornelli sono sul comodino – in bagno potrete addirittura risparmiare la metà del tempo, perché la vicinanza dei sanitari permette il loro contemporaneo utilizzo. E che dire dell’armadio che da una parte ha i vestiti e dall’altra le stoviglie? Chissà perché non l’hanno inventato prima!

Certo, bisogna essere di spirito minimalista e ordinato, perché lo spazio è ridotto all’osso e bisogna razionalizzarlo con estrema cura. Via il tavolo, per esempio, tanto ormai nessuno lo usa più per mangiare, un tappeto e un pouf andranno benissimo. Come scrivania si potrà usare il comodino, facendo attenzione a far raffreddare bene i fornelli… Il lavabo del bagno è talmente bello e di design che fungerà tranquillamente da lavandino per lavare i piatti, anche perché la lavastoviglie proprio non ci sta. E la lavatrice? Ormai sono funzionali a tal punto da diventare in un batter d’occhio dei mobiletti bar: l’oblò all’occorrenza si trasforma in un porta ghiaccio, e sul piano d’appoggio entrano almeno dieci birre e tre bottiglie di vino con altrettanti bicchieri. Così almeno si risparmia spazio anche nell’angolo cottura, un angolo acutissimo, che però conserva intatte tutte le sue funzionalità. E c’è anche il frigo. Certo, è un po’ grande, ma sul lato lungo della parete ci sta a pennello!

Vi piace avere gente a casa? Non c’è problema. Il pranzo in piedi è il nuovo must degli anni duemila, ormai è in voga anche per il ricevimento matrimoniale. E poi gli invitati, dopo una giornata tra bus, metro, tram aspettati infinitamente nella buia e grigia periferia piena di trilocali, potranno avere il privilegio di guardare la Madonnina appoggiati a uno splendido wc e pensare: quasi quasi mollo tutto e compro quei 13 mq che vendono qui accanto a centocinquantamila euro. Loro sì che hanno fiuto per gli affari, come voi giovani single, del resto.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana