Google+

La Nasa sa già che il mondo non finirà, chissà come la pensano i Maya

dicembre 14, 2012 Paola D'Antuono

L’agenzia aerospaziale americana ha diffuso un video in cui spiega scientificamente perché il mondo non è finito. Ma forse l’ha pubblicato troppo presto

Il 21 dicembre 2012 sta creando reazioni diverse in tutto il mondo. Che lo si voglia o meno, di questo benedetto calendario Maya se ne sta parlando ormai da mesi. Siamo entrati nell’ultima settimana prima del tanto pubblicizzato “ultimo giorno”, e dappertutto si parla di come prepararsi al meglio, ironicamente ma anche no, o di come far finta di niente. La Nasa, che in questo periodo non se la passa benissimo, ha addirittura preparato un video in cui spiega perché il mondo non è finito il 21 dicembre.

TROPPO OTTIMISTI. Il video s’intitola “Perché il mondo non è finito ieri” e si propone si spiegare al pubblico cosa c’è di vero (poco) e cosa c’è di falso (moltissimo) sulle profezie Maya sulla fine del mondo. Un intento nobile, non c’è che dire, peccato che arrivi un po’ troppo in anticipo. Perché la Nasa l’ha già reso pubblico oggi. Scaramanzia? Pubblicità? Bisogno di rilancio? Probabilmente tutte e tre le cose insieme, sta di fatto che la stampa non ha perso occasione per sbeffeggiare la Nasa, definendola “troppo ottimista”. Certo, sappiamo tutti che il mondo non finirà certo il 21 dicembre, ma pubblicare un video che riporta la data 22 dicembre e parla della presunta fine del mondo come di un evento già passato appare un po’ troppo azzardato. Forse sarebbe stato meglio rimandare di sette giorni la pubblicazione, ma sta vedere che la Nasa aveva paura che la sua spiegazione scientifica non l’avrebbe vista nessuno.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.