Google+

La grande bellezza o la grande scontatezza?

gennaio 13, 2014 Antonio Gurrado

Il film di Paolo Sorrentino vive di due momenti chiave: il primo è quando Sabrina Ferilli si spoglia nuda, il secondo è la risposta di una suora alla domanda sulla povertà

Tratto dal blog di Antonio Gurrado Dopo che donne sempre in ritardo mi avevano impedito per ben due volte di guardarlo al cinema, ho visto La grande bellezza. E’ la storia drammatica di Jep Gambardella, un personaggio complesso e cinico che si aggira per Roma alla ricerca di altri personaggi ma riesce a incontrare soltanto prevedibili macchiette e inquadrature pretenziose. La trama gode tuttavia di due momenti chiave. Il primo è quando Sabrina Ferilli si spoglia nuda sullo schermo e in sala ci si domanda se la Roma abbia vinto lo scudetto. Il secondo è quando il protagonista deve intervistare una suora centenaria e costei gli risponde: “La povertà non si racconta”; dopo di che fa una lunga pausa durante la quale lo spettatore ha tempo di dirsi: “Adesso completerà la frase dicendo che la povertà non si racconta, si vive”; dopo di che lo spettatore ha tempo anche di dirsi: “Ma no, non può davvero dire ‘si vive’; dire ‘si vive’ sarebbe troppo banale perfino se la sceneggiatura l’avessi scritta io”; finché al termine della lunga pausa significativa e cogitabonda, quando la suspense sta facendo tintinnare le coronarie, la suora centenaria completa con grande solennità la frase dicendo proprio, a sorpresa: “Si vive”. Dalla versione definitiva del film risulta tagliato in fase di montaggio il colpo di scena finale, un rigurgito metacinematografico in cui Jep Gambardella guarda dritto in camera e si rivolge a Paolo Sorrentino chiedendogli: “Uagliò, ma si’ propio sicuro sicuro ca tu si’ ‘o stesso reggista che ha fatto Il divo?”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. nessuno says:

    Io il tono ironico di Tempi non l’ho mai capito. Ci provo, sono pure del movimento, ma proprio non ci riesco.

    Questo articolo non dice assolutamente nulla, e vabbè, ma non fa nemmeno ridere.

    Boh…

  2. beppe says:

    strano che gurrado non abbia visto altro, ad il tratto sempre negativo dei personaggi che rappresentano la chiesa ( sempre identificata con cardinali e monache, come se nella chiesa non ci fosse altro). in questi giorni in televisione si fa un gran battage del film ( prodotto dai cari amici berluschini). è il business, altro che bellezza.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.