Google+

La Germania vuole commissariare la Grecia, Sapelli: «La Merkel ha perso la testa»

gennaio 30, 2012 Leone Grotti

Il Financial Times ha rivelato nei giorni scorsi che la Germania avrebbe proposto di affidare la gestione delle politiche di bilancio greche a un commissario europeo. Il docente di Storia economica Giulio Sapelli commenta a tempi.it: «È inammissibile che la proposta venga fatta con un’indicazione arrogante da un paese che si è ricostruito grazie agli aiuti europei».

«La Merkel antepone la Germania all’Europa, ormai ha perso la testa». Giulio Sapelli, professore ordinario di Storia economica presso l’Università degli studi di Milano, ha commentato così a tempi.it l’inusuale richiesta di Berlino che la Grecia venga commissariata dall’Unione Europea. Il Financial Times ha rivelato per primo che il governo tedesco, prima di dare il suo assenso al secondo pacchetto di salvataggio per la Grecia, vorrebbe che Atene cedesse la sovranità sulle decisioni fiscali e di spesa. Si tratterebbe di un’estensione senza precedenti del controllo della Ue su uno stato membro. Una fonte governativa ellenica ha confermato che c’è stata «effettivamente una nota informale presentata all’Eurogruppo».

La Grecia ha escluso però in modo categorico di cedere alla Commissione europea la sua sovranità in tema di politiche di bilancio.
Già in passato le finanze della Grecia sono state gestite da un consorzio di grandi potenze. Il commissariamento è quasi iscritto nel destino di Atene e l’attuale politica dell’Ue va in questa direzione. Ma una proposta del genere non può arrivare dalla Germania.

Perché?
Un conto è se la Commissione europea l’avesse proposto dopo una discussione serrata con i diretti interessati. Allora forse si poteva ragionare se convenisse o meno. Ma è inammissibile che la proposta venga fatta con un’indicazione arrogante da un paese che si è ricostruito grazie agli aiuti europei. La Merkel ha sbagliato, ha perso la testa.

Addirittura?
Sì, la cancelliera tedesca antepone la Germania all’Europa. Quello che hanno proposto è gravissimo. La Commissione e la Grecia hanno fatto bene a rifiutare, sono intelligenti. Ma la verità è che ormai l’Unione cristiano-democratica (Cdu) è un partito in crisi, che ha perso il senso storico per cui Adenauer l’ha fondato. Non parliamo poi del suo leader politico, Angela Merkel, in totale crisi di identità. Altro che crisi della politica italiana. Speriamo solo che alle prossime elezioni i socialdemocratici, vincendo, ce la tolgano di torno.
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.