Google+

La Francia dà l’ok all’estradizione del dissidente kazakho Ablyazov

gennaio 9, 2014 Chiara Rizzo

Il magnate e dissidente, marito di Alma Shalabayeva, verrà consegnato alla Russia dov’è perseguito per reati gravi. La Shalabayeva: «Non lo rivedrò mai più. È tutto frutto delle pressioni del Kazakhistan»

La moglie del dissidente kazakho Mukthar Ablyazov, Alma Shalabayeva

Colpo di scena nella vicenda del magnate e dissidente kazako Mukhtar Ablyazov: l’uomo è stato arrestato a luglio scorso in Costa Azzurra, proprio poco tempo dopo l’estradizione dall’Italia della moglie Alma Shalabayeva. La corte di appello di Aix en Provence oggi ha dato il via libera all’estradizione verso la Russia. Oltre alla Russia aveva fatto richiesta di estradizione anche l’Ucraina, ma per i giudici francesi la priorità spetta al paese guidato da Vladimir Putin.

SHALABAYEVA: «NON RIVEDRO’ PIÙ MIO MARITO». Alma Shalabayeva, rilasciata dopo la detenzione in Kazakhistan, è arrivata con la figlia lo scorso 7 gennaio a Parigi e ha chiesto l’asilo politico proprio facendo leva sulla vicenda italiana, per i pericoli che la donna avrebbe corso con quella che i suoi avvocati hanno definito una «extraordinary rendition». L’ottimismo della Shalabayeva e dei difensori però si è frantumato oggi con la decisione dei giudici francesi. Ablyazov è accusato dal Kazakhistan di frode, in particolare di aver sottratto alla sua banca, la Bta, quasi 5 miliardi di euro. La moglie lo ha difeso: «Vogliono distruggere mio marito perché ha tentato di portare la democrazia nel nostro paese. Il regime ha distrutto la banca per dare poi la colpa a mio marito». La donna proprio ieri aveva aggiunto: «Se i giudici francesi lo estradano, non lo vedrò mai più. Sarebbe terribile. Spero che la Francia riconoscerà la persecuzione politica di cui siamo vittime, mio marito, io e tutta la nostra famiglia». Così non è stato perché per i giudici francesi la Russia ha diritto all’estradizione, in quanto in quel paese Ablyazov è perseguito per «reati considerevolmente più gravi». Oggi il portavoce della famiglia Peter Sahlas ha commentato, annunciando il ricorso in Cassazione: «Questa Corte vuole inviare Ablyazov, un rifugiato, dritto nelle mani delle persone da cui dovrebbe essere protetto». Per la moglie e la famiglia le richieste di estradizione sarebbero strumentali e dovute a pressioni del governo kazako.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana