Google+

La Corte di giustizia europea forza la mano sui diritti gay, mandando un messaggino all’Italia

dicembre 13, 2013 Redazione

Una sentenza dell’alta corte su un caso di un omosessuale francese, introduce un principio che scavalca le leggi degli stati nazionali

La Corte di giustizia europea ha sancito che le coppie gay hanno il diritto alla licenza matrimoniale e ad altri benefici offerti dal datore di lavoro. E tale diritto andrà garantito anche da quei paesi (le differenze le vedete nella cartina che abbiamo tratto dal Corriere della Sera), che non prevedono nel loro ordinamento tali tutele. Insomma, la sentenza C-267/12 manda un messaggio ai paesi europei dell’Est e all’Italia. Per ora, non impone nulla, ma si limita (se così vogliamo dire) a enunciare un principio e cioè che le persone omosessuali unite da vincoli affettivi legalmente riconosciuti non possono essere discriminate rispetto agli eterosessuali. E molti giuristi ritengono che tale pronunciamento sia molto importante e che ogni Stato dovrà “mettersi al passo” rispetto a quanto deciso dalla Corte, anche in mancanza di una legge nazionale.

IL CASO FRANCESE. Il caso su cui la corte è stata chiamata a esprimersi riguarda Fréderic Hay, dipendente della banca francese Crédit agricole mutuel 2 che prevede un premio e dei giorni di ferie per i dipendenti che si sposano. Anche Hay si è sposato, stipulando un Pacs (un unione di fatto) col suo compagno, e così ha chiesto di poter godere del beneficio previsto dal datore di lavoro, che glielo ha negato. Hay ha fatto ricorso alla Corte di cassazione francese che si è rivolta in seguito a quella europea. Questa, come detto, ha risposto dicendo che è «discriminazione» non riconoscere anche al signor Hay gli stessi diritti riconosciuti ai suoi colleghi eterosessuali. Ma il caso francese (paese dove è riconosciuto il matrimonio gay) rischia ora di fare scuola anche da noi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

10 Commenti

  1. Cisco scrive:

    Basterebbe eliminare la licenza matrimoniale per tutti, e’ sufficiente usare i giorni di ferie che ciascuno ha, magari anticipandoli. Il viaggio di nozze non è un diritto, tantomeno un viaggio di finte nozze.

  2. marzio scrive:

    La corte di “giustizia” europea……….un’altro pernicioso carrozzone.

  3. grafite660 scrive:

    Quelli li hai già dal momento che ti è permesso di parlare, caro.

    • ftax scrive:

      E a te piace moltissimo sproloquiare, vero tesoro?

      • luca scrive:

        quantomeno grafite non è stato/a offensivo gratuitamente come beppo… va bè, prendi le difese di beppe per partito preso, poteva dire qualunque cosa avrebbe avuto ragione lui

      • grafite660 scrive:

        Se non l’avessi capito, il mio commento era una risposta a quello becero e offensivo di un certo Beppo, che ora è stato rimosso.

  4. luca scrive:

    io credo che la cartina geo-omo-politica parli da se in questo tema… il mondo occidentale appare come un unico blocco dal quale l’italia è l’unico paese europeo escluso. praticamente siamo assieme alla russia, turkia e paesi islamici in generale. che vergogna.

    ma perchè non andate a vivere direttamente alla mecca? vi assicuro che tolto qualche dettaglio liturgico per il resto è il paese dei vostri sogni

    • ftax scrive:

      Vacci tu e ne godrai moltissimo…

      • luca scrive:

        ftax guarda che quelli che guardano a putin ammirati sono i cattolici non i gay.
        e per quanto mi riguarda già godo a guardare quella cartina geopolitica, dalla quale risulta perfettamente chiaro lo stampo della fede cattolica

  5. Antonio scrive:

    il bello è che oggi pare si diventi pro-gay, omosessualisti per moda. A tantissimi difensori dei gay, gente che fino a ieri li prendeva in giro per strada e li schifava parlandone, importa meno di nulla delle “conquiste”, delle iniziative, delle pretese della comunità lgbt ma si schierano con loro solo per opportunismo politico (l’ha detto il partito) o per puro odio anticristiano.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana