Google+

La campana della Costa Concordia continuerà a risuonare sull’Isola del Giglio

febbraio 1, 2012 Leone Grotti

Don Vittorio Dossi, parroco sull’Isola del Giglio, racconta a tempi.it la proposta che gli è arrivata oggi dall’Associazione marinai della Puglia: «Mi vogliono regalare la campana che si trova sulla Concordia perché rintocchi alla celebrazione di ogni messa per le vittime della tragedia»

«La gente dice che quest’anno ormai il turismo è perso e sono molto preoccupati anche perché se non portano via la nave prima che arrivi l’estate, c’è il grande pericolo dell’inquinamento». Don Vittorio Dossi, parroco di san Pietro sull’Isola del Giglio, racconta così a tempi.it il fermento suscitato tra i gigliesi dalla notizia che ci potrebbero volere fino a dieci mesi per rimuovere la Concordia, naufragata vicino alla costa dell’isola che vive di turismo. «Sono molto preoccupati – continua – anche perché circola la voce che il petrolio della nave non verrà asportato prima di due mesi».

Molti abitanti hanno dato vita al comitato del Giglio e hanno chiesto al commissario Franco Gabrielli, capo dipartimento della protezione civile, di «sapere qual è il nostro futuro. In questa casa che è la nostra isola, abbiamo muri e tesori e vogliamo difenderli. L’isola vive di turismo e stanno cominciando ad arrivare le prime mail di disdetta a hotel e agenzie immobiliari».

Anche quando la carcassa della nave sarà rimossa dalle acque davanti alla costa del Giglio, ci sarà forse qualcosa che rimarrà agli abitanti dell’isola. «L’associazione marinai della Puglia mi ha spedito una lettera che mi è arrivata oggi» spiega a tempi.it il bergamasco don Vittorio. «Mi comunicano che hanno proposto di regalare alla mia parrocchia la campana di prora che si trova

sulla Concordia e che scandisce con il suo rintocco una nave all’ancora». La proposta di regalare alla chiesa del parroco bergamasco il simbolo di “una immutata pratica marinaresca e di una tradizione che si rispetta per ogni nave che viene costruita”, come si legge nella lettera, è stata fatta con uno scopo preciso: «Avrebbe un alto valore morale e simbolico. Potrebbe rintoccare alla celebrazione di ogni anniversario e di ogni messa per le vittime della tragedia, così dice la lettera. Non so che cosa pensare, mi è arrivata proprio ora, ma se me la regalano, la prendo».
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana