Google+

La 4C Spider è realtà. Seducente e mozzafiato

gennaio 29, 2015 Sebastiano Salvetti

La nuova Alfa Romeo è la versione scoperta della raffinata Coupé a trazione posteriore. La roadster d’Arese scatta da 0 a 96 km/h in 4,1 secondi. Velocità massima di 257 km/h

2015 Alfa Romeo 4C Spider

Attesa quanto Babbo Natale la notte del 25 dicembre, prevedibile come l’arcobaleno dopo un temporale e, soprattutto, affascinante da mozzare il fiato. La nuova Alfa Romeo 4C Spider è realtà. È la versione scoperta della raffinata coupé a trazione posteriore del Biscione.

Con la “sorella” a tetto rigido condivide il noto 4 cilindri 16V di 1.742 cc a iniezione diretta di benzina sovralimentato mediante turbocompressore, collocato centralmente e forte della fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico.

Dotato di 240 cavalli e 350 Nm di coppia nonché alleggerito di 22 chilogrammi rispetto allo standard, lavora in abbinamento alla trasmissione a doppia frizione a 6 rapporti e al selettore Alfa D.N.A. che, alle modalità di marcia tradizionali (Dynamic, Natural e AllWeather) aggiunge la configurazione Race.
Consente alla roadster d’Arese di scattare da 0 a 96 km/h (le 60 miglia americane) in 4,1 secondi, raggiungendo la velocità massima di 257 km/h.

Nonostante l’irrigidimento del telaio monoscocca in carbonio – necessità legata alla configurazione open air – il peso della vettura è da riferimento, superiore di soli 10 chilogrammi alla 4C coupé, complici la capote in tela asportabile e le superfici vetrate più sottili del 10 per cento rispetto alla versione chiusa. Un risultato eccezionale.
Rivisto anche l’impianto di scarico: alle due uscite tonde tradizionali collocate alle estremità dell’estrattore subentra – a patto di attingere agli optional – una soluzione centrale a doppio stadio con terminali in titanio e carbonio realizzati dagli specialisti sloveni di Akrapovic. L’impianto è corredato di valvola elettroattuata con tecnologia wireless per adattare sia il sound sia i valori di retropressione in base a due setup.

2015 Alfa Romeo 4C SpiderRispetto alla coupé non variano lunghezza e interasse, mentre al retrotreno debuttano un inedito estrattore e un piccolo spoiler integrato. Un componente con valenza sia estetica sia funzionale è il roll-bar rivestito in carbonio: le fibre composite vengono utilizzate anche per la cornice del parabrezza, la cella dell’abitacolo e l’hard top alternativo alla capote in tela.
Tra gli optional, il pacchetto Track che include ammortizzatori specifici, pneumatici Pirelli P-Zero, volante a fondo piatto, retrovisori laterali e quadro strumenti in carbonio. Debutterà in estate sia negli States sia in Europa.

A cura di RED Live

Leggi le altre recensioni sulla pagina motori


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana