Google+

Papa: «È urgente annunciare il Vangelo. Non c’è tempo da perdere in chiacchiere»

luglio 7, 2013 Redazione

All’Angelus il pontefice chiarisce il senso della missione e della compagnia, che «non serve a socializzare ma ad annunciare il regno di Dio»

Dopo l’incontro di ieri, il Papa ha concluso idealmente con l’Angelus di oggi in piazza san Pietro la “Giornata dei seminaristi, novizi, novizie e di quanti sono in cammino vocazionale”, indetta occasione dell’Anno della fede. E l’ha fatto chiarendo il senso della missione e della compagnia, perché, ha detto il pontefice riferendosi ai fatti narrati nel Vangelo di questa domenica «Gesù non vuole compiere da solo la sua missione, ma coinvolge i suoi discepoli».

INSIEME, MA NON PER SOCIALIZZARE. «Gesù – ha detto papa Francesco – forma subito una comunità di discepoli che è una comunità missionaria. Ma lo scopo non è socializzare, passare il tempo insieme ma annunciare il regno di Dio. E annunciare il regno di Dio è urgente, anche oggi. Non c’è tempo da perdere in chiacchiere, non bisogna aspettare il consenso di tutti, bisogna andare e annunciare. A tutti si porta la pace di Cristo, e se non la accolgono, si va avanti. Ai malati si porta la guarigione, perché Dio vuole guarire l’uomo da ogni male. Quanti missionari fanno questo! Seminano vita, salute e conforto alle periferie del mondo. Che bello è questo! Non vivere per se stessi ma vivere per fare il bene». «Giovani – ha detto poi rivolgendosi alla piazza –, domandatevi: Gesù mi sta chiamando a uscire da me e fare il bene? Vi chiedo: avete il coraggio di sentire la voce di Gesù?». Infine il pontefice ha messo in guardia dalla tentazione del protagonismo che può contagiare anche l’annuncio del Vangelo:  «Non dobbiamo vantarci come se fossimo noi i protagonisti. Protagonista è uno solo: il Signore e la sua grazia. E la nostra gioia è solo questa: essere suoi discepoli, essere suoi amici. Ci aiuti la Madonna in questo».

IL DONO DELL’ENCICLICA. Dopo la preghiera mariana il Papa ha parlato dell’enclicia Lumen Fidei, definendola una «bel lavoro di Benedetto XVI» a cui ha voluto partecipare e offrendola in dono non solo ai credenti ma anche a chi è in cerca di risposte.

UNA CASCATA DI TENEREZZA. Nell’omelia della messa celebrata stamane in san Pietro e dedicata a seminaristi, novizi e novizie, il pontefice aveva già ampiamente trattato il tema della missione, invitando tutti a lasciarsi coinvolgere dalla «cascata di tenerezza» del Signore con noi, analoga a quella di una madre che prende il proprio figlio sulle ginocchia. « Ogni cristiano e soprattutto noi, siamo chiamati a portare questo messaggio di speranza che dona serenità e gioia: la consolazione di Dio, la sua tenerezza verso tutti. Ma ne possiamo essere portatori se sperimentiamo noi per primi la gioia di essere consolati da Lui, di essere amati da Lui».

I “SUCCESSI” PASTORALI. «La fecondità pastorale – ha detto ancora il Papa –, la fecondità dell’annuncio del Vangelo non è data né dal successo, né dall’insuccesso secondo criteri di valutazione umana, ma dal conformarsi alla logica della Croce di Gesù, che è la logica dell’uscire da se stessi e donarsi, la logica dell’amore. È la Croce – sempre la Croce con Cristo, perché a volte ci offrono la croce senza Cristo: questa non va! – È la Croce, sempre la Croce con Cristo che garantisce la fecondità della nostra missione. Ed è dalla Croce, supremo atto di misericordia e di amore, che si rinasce come “nuova creatura”».

LA MISSIONE NON E’ UN MESTIERE. Papa Francesco ha poi sottolineato l’importanza della preghiera: «Siate sempre uomini e donne di preghiera. Senza il rapporto costante con Dio la missione diventa mestiere. Ma da che lavori tu? Da sarto, da cuoca, da prete, lavori da prete, lavori da suora? No. Non è un mestiere, è un’altra cosa. Il rischio dell’attivismo, di confidare troppo nelle strutture, è sempre in agguato. Se guardiamo a Gesù, vediamo che alla vigilia di ogni decisione o avvenimento importante, si raccoglieva in preghiera intensa e prolungata. Coltiviamo la dimensione contemplativa, anche nel vortice degli impegni più urgenti e pesanti. E più la missione vi chiama ad andare verso le periferie esistenziali, più il vostro cuore sia unito a quello di Cristo, pieno di misericordia e di amore. Qui sta il segreto della fecondità pastorale, della fecondità di un discepolo del Signore!»

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. antonio scrive:

    Lo faccia, invece di dire di farlo.

  2. Alessandro scrive:

    L’ha già fatto per lunghi anni nei quartieri più disagiati di Buenos Aires e lo fa tutt’oggi come vescovo di Roma. Grazie Papa Francesco!

  3. Alessandro scrive:

    L’ha già fatto per lunghi anni nei quartieri più disagiati di Buenos Aires e lo fa tutt’oggi come vescovo di Roma.Grazie Papa Francesco.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana