Google+

Kate Upton fa spot in bikini. Scandalo! (ma tu fai un clic)

aprile 5, 2012 Redazione

Aprite il sito di Repubblica. Scorrete il colonnino di destra, quello dedicato alle rubriche. Troverete la foto della bella Kate Upton, per di più in bikini. Per il sito è scandaloso che sia usi la bella modella per pubblicizzare una rete tv. Favoloso bigottismo di sinistra. Ma allora come la mettiamo con il resto delle fotogallery?

Aprite il sito di Repubblica. Scorrete il colonnino di destra, quello dedicato alle rubriche. Troverete la foto della bella Kate Upton, per di più in bikini. Siamo nell’angolo “D”, la sezione del sito dedicata al mondo femminile. E con il giusto rispetto per il gentil sesso di cui il quotidiano di Scalfari s’è fatto cavaliere crociato dagli immemori tempi di berlusconiana memoria, si stigmatizza lo spot dove la bionda modella diciannovenne si rotola nella sabbia per promuovere Direct Tv.

«Kate pronuncia solo sette parole nel video: “Go get DirectTV. Right now. I’ll wait”, per il resto del tempo fa parlare la sua bellezza», si legge nel pezzo. «E così ancora una volta si ricade nel cliché femminile che vede usato il corpo delle donne anche quando non è necessario. Peccato perché Kate era diventata famosa mesi fa proprio come esempio di modella che non si sottopone a diete eccessive ma anzi va fiera del suo corpo anche quando mostra qualche chilo in più. Ma una presa di posizione così era troppo bella per poter durare…».

Lodevole post, ne converrete. Ma, scorrendo il sito, i conti non tornano. Avete trovato anche voi altre foto, articoli, titoli che, pare, dicano tutt’altro? Come quello sulle pin up o quello sulla conduttrice tv in bikini sulla spiaggia che “chissà dove ha nascosto il microfono” (qualche clic vi aiuterà a svelare l’arcano). Per non parlare degli spacchi «vertiginosi» di Angelina Jolie o le dive del burlesque mentre fanno la spesa, si limano le unghie, parcheggiano l’auto e – giusto solo perché si tratta di cronaca – svolgono la loro professione.
Morale della favola: perché è sbagliato usare il corpo femminile per far pubblità a una tv, mentre è consentito usarlo per guadagnarsi un clic?

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.