Google+

Juventus, il nuovo stadio piace: duemila abbonamenti in un giorno

settembre 5, 2011 Daniele Guarneri

Il ministro Maroni ha detto che vuole stadi all’inglese e il primo passo l’ha mosso la Juventus. La vecchia signora sarà la prima ad avere uno stadio di proprietà l’anno prossimo, cominciato nel 2008, costato 100 milioni di euro, in grado di ospitare 40.200 tifosi. La campagna abbonamenti è cominciata il 21 giugno: duemila abbonamenti in un giorno

Una nuova legge sugli stadi. È questo l’auspicio del ministro dell’Interno Roberto Maroni, che ai margini di una conferenza stampa ha affermato: «Speriamo che entro l’estate il Parlamento l’approvi, c’è l’accordo di tutti – Figc, Coni e leghe calcio – ed è il tassello mancante nella politica della sicurezza delle manifestazioni sportive. Ora quasi tutti gli stadi sono di proprietà pubblica, noi vogliamo che gli stadi possano essere di proprietà dei club. In questo modo gli impianti sono più vissuti, più controllati e quindi più sicuri. Si tratta quindi di una legge utile sia per i bilanci delle società sportive che per la sicurezza e l’ordine pubblico. Vogliamo creare strutture in cui prevalga il tifo vero».

Nel frattempo, in attesa di questa legge, c’è chi si è portato avanti e presto avrà uno stadio di proprietà. I lavori per ultimare la nuova struttura della Juventus stanno per essere completati. Sono stati fatti grandi passi avanti sia all’interno che all’esterno dell’impianto. In particolare, si è lavorato molto sulla realizzazione del campo di gioco: terminata tutta la parte di impiantistica – quindi drenaggio, irrigazione e riscaldamento – si è proceduto alla posa dello strato di terreno, sabbia, limo e argilla. Completata anche questa fase, ormai manca solo l’inaugurazione ufficiale.

I lavori sono cominciati nel 2008. Il nuovo stadio avrà una capienza di 40.200 posti ed è costato oltre 100 milioni di euro. Tutto sarà ultimato per l’inizio della nuova stagione sportiva. Intanto si è aperta la campagna abbonamenti che ha fatto segnare subito un altro record. Il primo giorno di campagna – il 21 giugno – sono stati venduti circa 2 mila abbonamenti (i prezzi variano da 275 a 800 euro a seconda della posizione scelta). Gli anni scorsi una cifra così alta si raggiungeva solo dopo una settimana dall’inizio dei lavori. È tornata la passione per la vecchia signora, e forse è anche il nuovo vestito a catturare la curiosità dei tifosi.

Un impianto così in Italia non esiste ancora, ha tutte le caratteristiche di uno stadio inglese. Innanzitutto la distanza dei tifosi dal campo: 7,5 metri. Al vecchio Stadio delle Alpi erano 50. In secondo luogo, non sono presenti reti, gabbie e muri che separano gli spettatori dai giocatori. Il muretto tra le tribune e il prato è alto poco più di un metro. Non solo, il nuovo impianto bianconero introdurrà in Italia il concetto di stadio che vive non soltanto la domenica, ma sette giorni su sette. Un luogo aperto a tutti, destinato non solo al calcio, con una vastissima area commerciale, gli spazi di verde pubblico e i parcheggi che renderanno l’area un autentico polo di intrattenimento cittadino a disposizione di tifosi e non. Insomma, la vecchia signora si rifà il trucco, la Juventus ha aperto la strada. Ora bisogna solo seguirla.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana