Google+

Jimmy Bobo – Bullet to the Head: Stallone c’è, gli altri un po’ meno

aprile 10, 2013 Simone Fortunato

Discreto buddy movie diretto da un grande regista come Walter Hill (I guerrieri della notte, 48 ore). È pura serie B e piacerà ai fan del genere e di Stallone che, come il collega Schwarzenegger di The Last Stand, sta vivendo se non una seconda giovinezza artistica una vecchiaia segnata da tanta nostalgia e tanto […]

Discreto buddy movie diretto da un grande regista come Walter Hill (I guerrieri della notte, 48 ore). È pura serie B e piacerà ai fan del genere e di Stallone che, come il collega Schwarzenegger di The Last Stand, sta vivendo se non una seconda giovinezza artistica una vecchiaia segnata da tanta nostalgia e tanto ardore combattente contro una certa deriva del cinema d’azione spettacolare ma poco coinvolgente.

ANNI 90. Il fascino di Jimmy Bobo – Bullet to the Head, attualmente in sala, è tutto qui: nella ripresa consapevole di Hill regista e Stallone interprete di un modo artigianale e genuino di fare cinema con pochi effetti, meno soldi e tanta carne, sudore e carisma. La storia è di quelle straviste in tanto cinema degli anni 90: Jimmy Bobo (uno Stallone che buca ancora lo schermo) deve scoprire chi l’ha incastrato: forse la polizia, forse il maneggione interpretato da un redivivo Christian Slater. In ogni caso, c’è una sorella nei guai (la bella Sara Shai) e un superkiller muscolosissimo da fronteggiare (il gigantesco Jason Momoa). Ci saranno pallottole da sparare e ossa da rompere.

SLY NON DELUDE. Pur non essendo il film migliore di Hill che ha girato autentici capolavori come Driver l’imprendibile e il già citato I guerrieri della notte, Jimmy Bobo ha qualcosa da farsi perdonare come certi flashback virati in giallo che sono un pugno nell’occhio, interpreti non tutti all’altezza (Sung Kang, partner di Stallone, non sfruttato al meglio) e alcuni snodi narrativi un po’ debolucci e prevedibili, soprattutto sul finale, ma è un prodotto dignitoso e piuttosto cruento che regge dal punto di vista dello spettacolo e della tensione grazie a un campione di razza come Sly Stallone.Un grande attore che, conscio lui per primo dei limiti impostigli dall’età, lascia da parte spacconate d’altri tempi e si mette al servizio di una storia semplice venata di nostalgia. Come ne I mercenari, infatti, l’attore italo-americano strizza l’occhio al suo pubblico che non lo ha mai abbandonato (nemmeno – ci piace ricordarlo – nei suoi film peggiori tipo Driven o D-Tox) e rinuncia, come già in Rocky Balboa, all’immagine del duro e puro per mostrarsi in tutta la fragilità di un corpo che non è più quello di un tempo. Così Jimmy Bobo picchia quando c’è da picchiare (le scazzottate con il cattivissimo Momoa non sono male) e si sacrifica quando c’è di mezzo una sorella da salvare o un amico da soccorrere. Un eroe alla vecchia maniera, che si porta letteralmente il film sulle spalle, che non disdegna di ridere di sé e che – è il tormentone del film – preferisce fare “a modo suo”, usando il coltello a serramanico e rifiutando, inorridito, qualsiasi strumento tecnologico, telefonino in primis.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download