Google+

Istat: Italia chiude il 2013 con un piccolo segno positivo nel Pil

febbraio 14, 2014 Chiara Rizzo

L’Istituto di statistica certifica una crescita del Pil minima, dopo nove trimestri sempre in negativo: +0,1 per cento. Ma in Francia e Germania è stato appena del +0,4.

Enrico Letta lo aveva preannunciato questo curioso destino per cui se avesse lasciato (come oggi in effetti avviene) lo avrebbe fatto nel giorno in cui l’economia italiana avrebbe visto il primo segno più. Così è: l’Istat comunica che nel quarto trimestre 2013 il Prodotto interno lordo è cresciuto, sebbene la crescita sia ridotta al lumicino, +0,1 per cento. Un segno secondo l’Istat che siamo usciti dalla crisi: ormai da diversi trimestri il Pil era negativo, e l’ultima volta che aveva il segno più è stato nel secondo trimestre 2011. Era stato il ministro Fabrizio Saccomanni a novembre a contraddire le anticipazioni errate fatte all’epoca dall’Istat e ad anticipare una chiusura del 2013 con il segno più.

PIL D’EUROPA. Per l’Istat su base annuale dunque il nostro Pil registra una media del – 0,8 per cento rispetto all’anno prima, e l’intera economia si è contratta dell’1,9 per cento (nel 2012 la contrazione era stata del 2,5 per cento). Interessante il confronto con il Pil altri paesi della zona Ue, dove comunque la crescita non si discosta molto da quella italiana. Per l’istituto di statistica francese Oltralpe l’aumento nell’ultimo trimestre è stato dello 0,4 per cento (le stime però si aspettavano un + 0,8 per cento, il doppio). L’istituto di statistica tedesco è aumentato nel quarto trimestre 2013 del +0,4 per cento, e nell’intero anno la crescita media è stata dello stessa percentuale. Merito in particolare dell’Export.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi