Google+

Israele-Gaza, Hamas lancia razzi su aeroporto di Tel Aviv

luglio 11, 2014 Chiara Rizzo

I quattro razzi sono stati lanciati dalle Brigate Ezzedin- al Qassam, braccio armato di Hamas, ma non hanno colpito gli obiettivi perché fermati da Iron Dome: «Aerei non volino più su Israele, o noi li colpiremo ancora»

Un missile del sistema difensivo Iron Dome in azione mentre intercetta uno dei razzi lanciati da Gaza

Dalla Striscia di Gaza oggi sono stati lanciati – dal braccio armato di Hamas – alcuni razzi di “minaccia” alle linee aeree internazionali, allo scopo di far sospendere i voli da e per Israele. I razzi sono stati indirizzati infatti all’aeroporto (civile) internazione Ben Gurion di Tel Aviv, a tutti sono stati intercettati dai sistemi di difesa Iron Dome. A dare la notizia è stato proprio il braccio armato di Hamas, le Brigate Ezzedin – al Qassam, che hanno ribadito la minaccia che l’aeroporto non sarebbe più sicuro.

95 MORTI IN 4 GIORNI. Stamattina alle 9 ora italiana l’ultimo raid israeliano: una bomba da mezza tonnellata ha demolito a Gaza City la casa di un comandante di Hamas, Abas Abu-al Kassum, miliziano jihadista. Il bilancio del quarto giorno di scontri è di 95 morti e 600 feriti da martedì. Tra le sei vittime di stamane, anche una donna che abitava in una palazzina a Rafah, centrata dal fuoco israeliano. Anche dalla Striscia è continuato il lancio incessante di razzi, oggi gli ultimi nove contro il centro di Ashdodmentre: il sistema antirazzi israeliano Iron Dome ha intercettato nelle ultime 24 ore però complessivamente 200 razzi: in Israele non ci sono per il momento – fortunatamente – altre vittime, e il portavoce del ministero della Difesa ha a sua volta quantificato in 550 i razzi sparati da Hamas a partire da martedì verso centri abitati.

«HAMAS PRONTO A COMBATTERE». Ieri era stato Netanyahu, il premier israeliano, il primo a sottolineare che «Una tregua non è in agenda». Stamattina è arrivata la risposta di Mahmu a-Zahar, dirigente di Hamas, che ad un’emittente di Gaza ha ribadito che anche «Hamas è pronto a combattere per mesi». Gli ammonimenti della comunità internazionale a interrompere subito l’escalation sono per il momento caduti nel vuoto.

LE DIPLOMAZIE INTERNAZIONALI. Eppure ieri il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha ribadito la richiesta di uno stop all’escalation, e dato la disponibilità degli Usa a mediare. Il consiglio di sicurezza dell’Onu ieri pomeriggio è stato convocato d’emergenza a porte chiuse, e il segretario generale delle Nazioni unite Ban Ki-Moon ha definito «intollerabile l’eccessivo uso della forza da parte di Israele» pur condannando allo stesso tempo il lancio dei razzi da Gaza. Ban Ki-Moon ha riferito di aver parlato sia con il premier Netanyahu che con il presidente palestinese Abu Mazen, a cui ha chiesto «massima calma per evitare il rischio di un ulteriore escalation». Ma ieri nelle stesse ore i tank israeliani hanno cominciato a raggiungere il confine con la Striscia di Gaza, per ribadire nei fatti quanto minacciato dal presidente israeliano Shimon Peres: «L’attacco di terra ci sarà se i razzi non cesseranno».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana