Google+

Israele-Gaza, altre 9 vittime negli ultimi raid

luglio 11, 2014 Chiara Rizzo

Sale a 95 morti e 600 feriti in quattro giorni il bilancio degli scontri: Iron Dome solo nelle ultime 24 ore ha intercettato 550 razzi sparati da Hamas

Soldati e tank israeliani disposti al confine con Gaza

Stamattina alle 9 ora italiana l’ultimo raid israeliano: una bomba da mezza tonnellata ha demolito a Gaza City la casa di un comandante di Hamas, Abas Abu-al Kassum, miliziano jihadista. Il bilancio del quarto giorno di scontri è di 95 morti e 600 feriti da martedì. Tra le sei vittime di stamane, anche una donna che abitava in una palazzina a Rafah, centrata dal fuoco israeliano. Anche dalla Striscia è continuato il lancio incessante di razzi, oggi gli ultimi nove contro il centro di Ashdodmentre: il sistema antirazzi israeliano Iron Dome ha intercettato nelle ultime 24 ore però complessivamente 200 razzi: in Israele non ci sono per il momento – fortunatamente – altre vittime, e il portavoce del ministero della Difesa ha a sua volta quantificato in 550 i razzi sparati da Hamas a partire da martedì verso centri abitati.

«HAMAS PRONTO A COMBATTERE». Ieri era stato Netanyahu, il premier israeliano, il primo a sottolineare che «Una tregua non è in agenda». Stamattina è arrivata la risposta di Mahmu a-Zahar, dirigente di Hamas, che ad un’emittente di Gaza ha ribadito che anche «Hamas è pronto a combattere per mesi». Gli ammonimenti della comunità internazionale a interrompere subito l’escalation sono per il momento caduti nel vuoto.

LE DIPLOMAZIE INTERNAZIONALI. Eppure ieri il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha ribadito la richiesta di uno stop all’escalation, e dato la disponibilità degli Usa a mediare. Il consiglio di sicurezza dell’Onu ieri pomeriggio è stato convocato d’emergenza a porte chiuse, e il segretario generale delle Nazioni unite Ban Ki-Moon ha definito «intollerabile l’eccessivo uso della forza da parte di Israele» pur condannando allo stesso tempo il lancio dei razzi da Gaza. Ban Ki-Moon ha riferito di aver parlato sia con il premier Netanyahu che con il presidente palestinese Abu Mazen, a cui ha chiesto «massima calma per evitare il rischio di un ulteriore escalation». Ma ieri nelle stesse ore i tank israeliani hanno cominciato a raggiungere il confine con la Striscia di Gaza, per ribadire nei fatti quanto minacciato dal presidente israeliano Shimon Peres: «L’attacco di terra ci sarà se i razzi non cesseranno».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana