Google+

Israele-Gaza, al lavoro per il cessate il fuoco

luglio 25, 2014 Chiara Rizzo

Le vittime nella Striscia salgono a 800, e 32 i soldati israeliani uccisi. Oggi il Gabinetto di sicurezza israeliano si riunisce per discutere la proposta internazionale di tregua per condurre negoziati, Hamas sarebbe disponibile

Dopo diciotto giorni di scontri tra Israele e Hamas sono salite a 800 le vittime, in gran parte civili, nella Striscia di Gaza, e a 32 quelle tra i soldati israeliani: la notizia, in particolare, di una scuola Onu distrutta da un missile israeliano nella Striscia, nella quale sono morte 15 persone rifugiate, ha innescato nel mondo diplomatico una maggiore fretta di giungere al cessate il fuoco immediato. Il segretario di Stato Usa John Kerry sta conducendo un’intensa trattativa con Egitto, Turchia, Qatar per fare pressioni su Hamas, e sull’Autorità palestinese, per una tregua.

VERSO LA TREGUA. In particolare, parrebbe che Kerry abbia già presentato alle due parti in guerra una bozza di accordo per il cessate il fuoco. Secondo il quotidiano arabo Al-Hayat, che cita fonti palestinesi, Hamas sarebbe d’accordo, e chiederebbe garanzie per il rilascio dei detenuti. L’agenzia Ap invece cita un funzionario della Difesa israeliano, che è voluto rimanere anonimo, secondo il quale il Gabinetto di sicurezza israeliano si riunirà proprio oggi per valutare l’ipotesi della tregua. Il ministro degli Esteri turco Ahmed Davutogiu ha annullato una visita in Francia prevista per oggi per recarsi in Qatar, proprio per condurre le trattative con Hamas sul cessate il fuoco.

LA PROPOSTA. La bozza di accordo prevederebbe una settimana di stop a qualsiasi azione militare da entrambe le parti, anche se il fatto che le truppe israeliano non dovrebbero andare via dalla Striscia non trova l’accordo di Hamas. Durante quella settimana i rappresentanti di Israele e di Gaza si dovrebbero incontrare al Cairo per cercare una mediazione duratura. Garanti dei colloqui sarebbero gli Stati Uniti, l’Onu attraverso il segretario generale, l’Unione europea: i negoziati dovranno trattare il disarmo dei razzi di Gaza e dei tunnel richiesto da Israele, e la fine del blocco della Striscia nonché la ricostruzione dei danni subìti durante i raid chiesti da Hamas.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi