Google+

L’Isis ha perso oltre il 20 per cento dei suoi territori nel 2016

gennaio 20, 2017 Redazione

Sono i dati pubblicati da IHS Markit. Nel 2015 il Califfato aveva già perso il 14% della sua estensione

isis-territori-mappa-bbc

L’Isis ha perso un quarto del suo territorio nel 2016, pari a circa 18 mila chilometri quadrati. Ora governa su 60.400 km quadrati secondo IHS Markit, che realizza analisi sulla sicurezza e la difesa.

PERSO IL 23%. Il Califfato ha perso esattamente il 23% della sua estensione, quasi il doppio rispetto al 2015, quando aveva dovuto lasciare il 14%. Per Columb Strack, a capo di IHS Conflict Monitor, «lo Stato islamico non aveva mai sofferto così tante perdite territoriali, comprese aree vitali per il suo progetto di dominio», ha dichiarato secondo quanto riportato dalla Bbc.

BATTAGLIA DI MOSUL. Attualmente la battaglia più importante è quella per la riconquista di Mosul, seconda città più importante dell’Iraq nelle mani dell’Isis dall’estate del 2014, che si sta rivelando più difficile del previsto. Secondo le ultime notizie, non è vero come dichiarato ieri da un comandante iracheno che tutta la parte est della città è stata ripresa: mancano ancora una decina di quartieri.

BATTAGLIA DI RAQQA. Secondo IHS Conflict Monitor la città potrebbe cadere entro l’estate, «poi toccherà al nucleo di resistenza intorno ad Hawija, che i jihadisti usano come base per la loro campagna di attacchi terroristici a Baghdad». Ancora più difficile sarà invece la presa di Raqqa, capitale del Califfato in Siria: «È il cuore dello Stato islamico», conclude Strack, «e non lo abbandoneranno senza combattere. Per vincere probabilmente sarà necessario che almeno un esercito straniero intervenga in forze sul suolo».

Mappa Bbc

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport Touring per vocazione proviene da RED Live.

Tutta nuova, la berlina del Leone graffia molto di più rispetto al passato. Perché è più corta e bassa, ha un design dinamico e la solita attenzione al look by Peugeot. La toccheremo con mano al prossimo Salone di Ginevra

L'articolo Nuova Peugeot 508, la berlina si fa bella proviene da RED Live.

Basata sulla piattaforma EMP2, ha due lunghezze, un bagagliaio smisurato e interni da berlina di lusso. Per elevare verso nuovi orizzonti il concetto di veicolo Multispazio

L'articolo Peugeot Rifter, la nuova multispazio a Ginevra proviene da RED Live.

Una storia, quella delle Sportster, nata nel 1957 e destinata a continuare senza sosta e senza eclatanti sorprese. Anche quest’anno infatti la famiglia si allarga e lo fa grazie a due nuove interpretazioni che combinano lo stile rétro ispirato ai canoni classici del mondo custom e le prestazioni pungenti del motore V-Twin 1200 Evolution.  IRON […]

L'articolo Nuove H-D Sportster Forty-Eight Special e Iron 1200 proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi