Google+

Isis accusa i terroristi di Hamas di essere troppo moderati: «Non avete ancora instaurato la sharia»

luglio 2, 2015 Redazione

In un messaggio video rivolto alla Striscia di Gaza, l’Isis minaccia: «Estirperemo lo Stato degli ebrei, voi, Fatah e tutti i laici, che sono niente. Sarete travolti»

«Noi estirperemo lo Stato degli ebrei, voi, Fatah e tutti i laici, che sono niente. Sarete travolti dalla nostra moltitudine crescente». L’ultimo messaggio dello Stato islamico non è rivolto ai cristiani, all’Occidente o a un qualche gruppo di infedeli ma ai terroristi di Hamas, che governano la Striscia di Gaza.

HAMAS MODERATI. In un lungo video di 16 minuti, diffuso dai media vicini all’Isis nella provincia di Aleppo, in Siria, un uomo dal volto coperto minaccia i «tiranni di Hamas» accusandoli di essere troppo moderati e politicamente disinteressati alla liberazione della Palestina. Le accuse hanno dell’incredibile, se si pensa alla violenza con cui Hamas ha instaurato nella Striscia di Gaza il suo regime religioso e molte delle norme previste proprio dalla sharia.

«SHARIA SARÀ ATTUATA». Ma per l’Isis è ancora troppo poco. «Dopo otto anni di controllo sul territorio», afferma un jihadista nel video, come riportato da Reuters, «dovete ancora far rispettare la legge islamica. La sharia sarà attuata a Gaza, al posto vostro. Giuriamo che quello che sta avvenendo nel Levante oggi, e soprattutto nel campo di Yarmouk [in Siria], accadrà anche a Gaza». Il riferimento al campo profughi vicino a Damasco è significativo, visto che è stato teatro di violenti scontri tra palestinesi e Stato islamico.

L’ISIS SI AVVICINA. In passato, dirigenti di Hamas avevano definito i membri dell’Isis “khawarij”, termine usato per i musulmani che storicamente «hanno trasgredito» la legge di Allah. Ora lo Stato islamico, che ha criticato Hamas per i suoi rapporti con Hezbollah e Iran, punta a usurparli: «La via per liberare la Palestina passa dall’Iraq e noi, ogni giorno che passa, siamo sempre più vicini. [Hamas] invece si sta allontanando da questo obiettivo».

Foto Ansa/Ap


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

17 Commenti

  1. Sebastiano says:

    Urca, ora i sostenitori italiani di Hamas, con tutto il codazzo sinistrorso dei filopalestinesi d’accatto, avranno buon gioco nel presentarsi come perseguitati.
    Naturalmente non mancheranno i mentecatti che proporranno la solita favoletta di Isis=Mossad.
    La gara per le barzellette è aperta.

    • Antonio says:

      Urca urca, hai proprio ragione. I paesi del golfo, amici di Israele e dell’Occidente, hanno finanziato l’Isis per abbattere: Hezbollah, Assad, Hamas e Iran che sono anche i nemici di Israele ma è solo una coincidenza come ci insegni te che sei un cervellone sionista.

      • Sebastiano says:

        Mi dispiace per te Antonio, ma secondo me la gara l’ha vinta di misura Angelo1. Al limite sarei per darvi un premio ex aequo ma forse Raider non sarebbe d’accordo. Comunque anche tu non te la sei cavata male. La prossima volta sforzati di più e sii più veloce.
        Grazie per le risate.

        • Antonio says:

          ahahah. non puoi controbbattere perchè sai che ho detto la verità e allora punti tutto sul sarcasmo. contento te.

          • Sebastiano says:

            No, non posso controbattere perché sto ancora ridendo delle tue frescacce, che meritano di stare alla pari con le scie chimiche, l’invasione degli ufo, i chip sottopelle e quant’altro i vostri deliri onirici sfornano ogni giorno.

          • Antonio says:

            Sebastiano le mie considerazioni stanno per diventare maggioranza nell’opinione pubblica cattolica e te ne accorgerai presto.

  2. Angelo1 says:

    “Questi combattenti sono armati e addestrati dall’Occidente, arrivano dall’Europa e da altri paesi musulmani. Come si concilia questo fatto con l’accordo da trovare? Io non lo so. Voi lo sapete chi li sta armando e allora le parole non valgono niente, bisogna smettere di addestrarli e armarli. ” (mons. Abou Khazen)

  3. Raider says:

    Caro Sebastiano, non c’è stato da attendere più di tanto, un Angelo primo arrivato a volo alla corbelleria c’è sempre: e per non ripetersi, ripete le parole di un mons. che erano al centro di un altro thread, in cui quelle parole sono state discusse, dimostrandone non l’infondatezza – ognuno è libero di credere o non credere quello che vuole e alle prove che vuole -, ma di inconseguenza: combattete l’Occidente, magari, con una coalizione a guida Brics – che aspettate? – e sconfiggete l’Isis (l’Occidente fareste prima a combatterlo stando dalla parte dell’Isis: e molti ‘resistenti’ nostalgici di Saddam Hussein lo hanno già fatto) e tenetevi Assad: poi, fatto questo, riprendetevi tutti i profughi che arrivano in Ue, tutti tutti tutti. Così, potranno vivere in un Paese libero come la Siria dei suoi legittimi dittatori. Ma quanto a trasformare l’Europa in Eurabia per il fatto che la dhimmitudine piace a taluni mons. e ai filo-islamici, nemmeno a parlarne in arabo.
    Siccome tutti i teoremi complottisti conducono a La Mecca, ai filo-islamici che accusano la Chiesa di tutti i misfatti – in primis, aver chiesto scusa per l’Inquisizione e aver cancellato l’accusa di deicidio dal capo degli ebrei -, conviene spostare il discorso da qualche altra parte: così, possono evitare di prendere in considerazione le paranoie che vanno in scena nel loro teatrino mentale: non solo che l’Isis è una filiale del Mossad, ma che, prima ancora, come gli autorevoli complottisti impiegati qui ci hanno edotto per tempo – sembra proprio che tu te ne sia dimenticato, Sebastiano -, Hamas è una emanazione del Mossad. Quindi: anche quelli dell’Isis sono vittime, doppie vittime: e così, tutto sarà più chiaro!

    • Filippo81 says:

      Caro Raider,’ gia tanto che non dicano che il califfo prenda ordini direttamente da Papa Francesco,anche se secondo me ,tanti lo pensano, purtroppo.

    • Sebastiano says:

      Perbacco, Raider, neanche io mi aspettavo una tale velocità.
      Se nella Settimana Enigmistica c’è ancora la rubrica in cui ti pagano le barzellette, Angelo1 potrebbe fare incassi milionari. Suggerisco all’Agenzia delle Entrate di tenerlo d’occhio.
      Sull’ultima equazione (Hamas=Mossad) sei cattivo: rischi di far andare in corto circuito i neuroni dei compari. Se infatti anche Isis=Mossad, per la proprietà transitiva risulta Isis=Hamas ma questo non lo ammetteranno mai. Vabbè, cortocircuito è una parola grossa, bisognerebbe che ci fosse qualcosa da cortocircuitare.

  4. Angelo_2 says:

    @Bartolo Notar

    Non cominciamo con insinuazioni da antisemita ! Israele, poverino, rimane sempre minacciato-nella-sua-stessa-esistenza, ma per vivere è costretto a fare affari anche con i propri nemici eterni. E’ chiaro quindi che l’ISIS lascia stare Israele non perchè non lo odii, ma perchè ne ha bisogno.
    Insomma USraele fa innocenti addestramenti e finanziamenti, ma mica è colpa sua se poi questi cattivoni dell’ISIS li usano male ! Diteglielo a quegli antisemiti dei monsignori Abou Khazen e Michel Sabbah !!!

    • Raider says:

      No, no, per carità, non sia mai, non scherziamo con le cose serie come le paranoie islamofile per chi ne è soggetto clinico! Anti-semiti sono quelli come il multinick, che esaltano gli ebrei ultra-ortodossi che combattono lo Stato di Israelee pazienza se dano addosso anche ai cristiani (sì, ma…. Come? Qualche incendio… Volantini… Ah! Dilettanti! Sempre ebrei sono, mica come gli islamici, gente che abbiamo visto esaltare dai filo-islamici perché gli islamici hanno il bel coraggio che occorre per sgozzare i cristiani e per fare esattamente tutto che c’è scritto e come sta scritto sul Corano!).
      Ecco, gli islamici e islamofili, di fronte a ebrei così, dimenticano tutto, dimenticano perfino che si tratta di ebrei che leggono il Talmud come loro leggono il Corano: e allora, ammazzino pure tutti i cristiani che vogliono, pur di fare i bravi ebrei pronti e via a farsi strumentalizzare contro gli ebrei cattivi, anche quelli che il Talmud non lo leggono!
      Quanto ai monsignori che sono soggetti alle stesse condizioni di funzionalità all’Islam in modo da essere portati a esempio di SOTTOMISSIONE, il fatto è che si tratta, per l’appunto, di gente da sempre soggetta alla dhimmitudine: e non sempre di limpida e specchiata virtù cristiana, come il famigerato Hilarion Capucci. E in Europa non vogliamo fare la loro stessa fine, di “protetti”.
      NO ALL’ISLAM|

    • Raider says:

      Spero sia sbloccato il psot in cui risponde al troll multinick paranoico che gioca a nascondino con se stesso e si risponde alla 18:10 al post che ha inviato alle 18:01.

      Per restare in tema di “Islam, religione di pace”, ricordo una notizia pubblicata in un trafiletto del Corsera, mi pare, agli inizi di quest’anno.
      In una città dell’Iraq conquistata dall’Isis, i servizi segreti jihadisti scoprirono e neutralizzarono – lasciamo perdere come – una cellela di “estremisti” – vengono le traveggole! – che accusavano l’Isis di avere instaurato un regime non abbastanza islamico, di avere imposto un sacro terrore poco coranicamente corretto! Di essere degli infedeli, questi rammolliti agenti del Mossad siglati come ‘Isis! Capito? Mi sembra surreale! Una cosa che va al di là di ogni irragionevole certezza su cosa sia l'”Islam, religione naturale dell’umanità”! Fantastico!
      A questo punto, la domanda sorge spontanea: se anche l’Isis, come Hamas, Olp, Abu Mazen, Lega Mondiale Islamica, sono satelliti del Mossad, questi, che saprebbero fare di gran lunga meglio delle animelle al rosmarino dell’Isis, chi ce li ha mandati? Allah? Maometto? Alì Khamenei? Vedrete che ai complottisti verrà in testa qualcosa – a parte i collassi mentali.

  5. Bartolo_Notar says:

    Come dicevo nel commento cancellato dall’Hacker che infesta questo blog,
    è interessante notare come l’ISIS abbia un sacro terrore del suo nemico principale (Israele), visto che attacca solo i cristiani, i musulmani, Hezbollah, Hamas e semina morte e distruzione nei paesi a lui confinanti.
    Io suggerivo che deve essere una mossa tattica. Prima si distruggono tutti i paesi arabi per poi tra 200-300 anni dedicarsi solo allo stato sionista.

    • Raider says:

      A infestare questo blog sono sempre i soliti islamofili troll multinick che sono rimossi dai gestori del sito e poi, accusano gli altri di essere hacker. Se il multinick non fosse paraoico e falsario, riconoscerebbe che l’hacker dei suoi sogni altri non è che la Redazione, che rimuove i post dei falsari che
      – inneggiano al nazi-islamismo,
      – strumentalizzano la Chiesa quel tanto che gli serve e poi,
      – la ricoprono di calunnie quando non corrisponde alle loro amate paranoie;
      – scrivono, con la stessa mitezza d’animo e pia devozione con cui invocano la Madonna e i Santi arruolandoli come pasdaran e protettori dei kamikaze islamici, tutte le parolace che hanno imparato all’asilo dove sono rimasti;
      – e tanto per non dimenticare nessuno, attaccano rabbiosamente la Redazione perché espressione di Cl.
      Su quello che fa o non farà L’Isis, il paranoico può sbizzarrirsi come fa sempre, dopo aver dato a Abu Mazen dell’agente sionista, dopo aver fatto di Hamas un’organizzazione satellite del Mossad e della Lega Mondiale Islamica uno strumento del sionismo e dell’Occidente, che i filo-islamici odiano a morte.
      Nulla di strano, quindi, che il multinick complottista, come i suoi compagni di branco, dopo aver ululato guerra! guerra! guerra! alla “triade diabolica”, ritenenedo che la cosa più cristiana da fare sia combattere contro l’Occiente e Israele, adesso dica all’Isis che fare se vuole guadagnarne le lodi – è capitato anche all’Arabia Saudita! -: perchè l’anti-semitismo è il contrassegno di fabbrica del nazi-islamismo.

  6. Filippo81 says:

    Già , l’isis.Ai nostri governi Europei e Americani interessa purtroppo solo l’abbattimento di Assad e di Putin, mentre sono proprio i tagliagole mascherati IL NEMICO principale da abbattere.Tanti cittadini comuni come noi l’hanno capito da un pezzo, ma ormai la forbice tra il modo di pensare delle nostre classi dominanti e e quello di noi semplici Europei ,è sempre più ampia, purtroppo.

    • Raider says:

      Ai nostri governi possiamo rimproverare tutto, ma, più e prima di di tutto, li critichiamo per l’unica cosa che islamici e islamofili, che combattono l’Occidente con tutti i mezzi, non gli rimprovereranno mai: la scelta immigrazionista contro i popoli europei e contro l’identità europea. Gli islamici e islamofili sono, su questo, d’accordo in tutto e per tutto con i loro ‘nemici’ – e al netto di tutte le paranoie complottiste diffuse dagli islamofili, le cose sono meno lineari di quanto i complottisti fantasticano. Isamici e islamofili, su questo, non fiatano: ci hai fatto caso o no, Filippo81? Fra loro e gli eurocrati al potere e al sevizio del Pensiero Unico c’è piena unità d’intenti. Come mai? Come mai non colgono la contraddizione, evidente ben oltre le fumisterie complottiste?
      Ovvio che su Putin occorre cambiare politica, ma rispettando il diritto all’autodeterminazione degli ucraini, che non può essee moneta di scambio. Quanto a Assad, è un dittatore islamico quanto gli altri: lo vogliono? Se lo tengano, anche se Obama l’ambiguo e vanesio le ha sbagliate tutte, ma, di fatto, giocando contro l’Occidente e seminando zizzania fra i Paesi occidentali e i loro referenti e alleati relativamente affidabili o inaffidabili al tutto.
      Il discrimine rimane, perciò, sempre quello: contro il Pensiero Unico e contro l’islamizzazione dell’Occidente,
      NO ALL’IMMIGRAZIONE!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piccole, economiche ma capaci di grandi cose, le nuove moto dedicate ai patentati A2 possono piacere anche al motociclista navigato. Abbiamo confrontato tre naked di questa categoria.

L'articolo Confronto: KTM 390 Duke, Honda CB 500 F e BMW G 310 R proviene da RED Live.

Piccole ma capaci di grandi cose, le nuove moto dedicate ai patentati A2 possono piacere anche al motociclista navigato. Qui la prova della BMW G 310 R.

L'articolo BMW G 310 R proviene da RED Live.

In Svezia ci hanno preso gusto. Dopo aver fatto registrare il nuovo record sullo 0-400-0 km/h, strappato alla Bugatti Chiron, il costruttore nordico si è spinto oltre, conquistando con la hypercar Koenigsegg Agera RS il primato di vettura di serie più veloce del pianeta con 468 km/h. La Hennessey Venom GT si “ferma” a 435 km/h Nel […]

L'articolo Koenigsegg Agera RS è l’auto più veloce del mondo proviene da RED Live.

Grazie alla collaborazione di Garage Italia Custom Volkswagen propone due serie speciali della T-Roc. Chiamate Black e Cyber, saranno realizzate in 50 esemplari ciascuna e vendute attraverso Amazon

L'articolo Black e Cyber, la Volkswagen T-Roc di Lapo proviene da RED Live.

Le vetture elettriche sono considerate il futuro dell’automobile, ma non hanno ancora riscosso il successo auspicato. Ecco i migliori modelli a zero emissioni, suddivisi per fasce di prezzo.

L'articolo Le migliori auto elettriche proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download