Google+

Iscrizione figli all’asilo: anche Pesaro tutela le famiglie, danneggiate dalle “finte separazioni”

novembre 14, 2012 Chiara Sirianni

Anche Pesaro adotta delle contromisure per tutelare le famiglie, magari monoreddito, che si sono viste scavalcare nell’iscrizione dei figli all’asilo da coppie separate per finta.

Fingere di separarsi per guadagnare posti in graduatoria e riuscire a iscrivere i figli all’asilo. Sembra un’assurdità, ma succede. Tutta colpa dell’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) e di chi trucca la propria condizione reddituale e familiare per godere di accessi facilitati ai servizi per i figli. Nell’iscrizione dei bambini agli asili pubblici hanno la precedenza quelle famiglie dove un genitore non lavora, quelle che hanno più di un figlio e quelle che vivono in condizioni disagiate. Anche il reddito, calcolato sulla base del modello Isee, è importante. Si tiene conto di quattro differenti parametri per stabilire la ricchezza effettiva di un nucleo familiare: la somma dei redditi, il 20% del patrimonio mobiliare e di quello immobiliare, la composizione del nucleo famigliare.

STOP ALLE “FINTE SEPARAZIONI”. Il primo passo per impedire le “finte separazioni” è stato fatto a Firenze, che ha scelto di adottare un modello trasparente: per i genitori non coniugati, con residenze anagrafiche distinte, valgono le stesse regole vigenti per i soggetti coniugati: è necessario, cioè, presentare l’attestazione Isee di entrambi i genitori. L’idea è stata raccolta da Valentina Castaldini, consigliere comunale del Pdl a Bologna, che ha fatto approvare una delibera che obbliga a tenere conto dell’Isee di entrambi i genitori, anche se non sono sposati. A soffrire delle “finte separazioni”, infatti, erano le coppie sposate, magari monoreddito, che si ritrovavano svantaggiate ed escluse dalle graduatorie. Risultato? «Quest’anno, le coppie coniugate che mandano un bambino all’asilo nido sono aumentate del 10 per cento, sono state scoperte 200 finte ragazze madri e abbiamo recuperato 200 mila euro, con un potenziale di 600 mila nei prossimi anni» aveva raccontato a tempi.it Castaldini qualche mese fa, augurandosi che altre città prendessero misure analoghe.

ANCHE PESARO SI MUOVE. È successo a Pesaro, dove il consigliere comunale del Pdl Dario Andreolli ha avanzato la medesima proposta. «Ho letto del caso di Bologna e mi ha stupito – racconta a tempi.it – Mi sono chiesto se anche a Pesaro la situazione fosse simile e ho contattato Valentina Castaldini. Lei mi ha raccontato dell’iter legislativo e di come avessero raccolto i dati. E proprio ieri pomeriggio, dopo un confronto nelle commissioni competenti, è stato votata anche qui la delibera che ho proposto. All’unanimità». Non sarà più possibile ingannare le graduatorie fingendo di essere separati o con due domicili diversi. Andreolli è soddisfatto: «Credo che per una volta la politica e la rete di amministratori che si riconoscono in alcuni principi, abbia dato un esempio di buona pratica, nata dal confronto delle esperienze».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Carlo Candiani says:

    Questa storia delle finte separazioni era già stata denunciata in un film del 2002: “Casomai”, regia di D’Alatri. Andate su youtube e scrivete: casomai video iscrizione asilo. Buon divertimento

  2. monica says:

    era ora!!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi