Google+

Iraq, liberata Mosul. «Sconfitta decisiva per lo Stato islamico»

luglio 10, 2017 Redazione

Dopo 266 giorni, la capitale irachena del Califfato è stata riconquistata dall’esercito regolare. Ora inizia il difficile capitolo della ricostruzione

Iraqi security and civilians celebrate while holding national flags as they wait for the final announcement of the defeat of the Islamic state militants, in Basra, 340 miles (550 kilometers) southeast of Baghdad, Iraq, Sunday, July 9, 2017. Backed by the U.S.-led coalition, Iraq launched the operation to retake Mosul from Islamic State militants in October. (AP Photo/Nabil al-Jurani)

tratto dall’Osservatore Romano – Il primo ministro iracheno, Haider Al Abadi, si è recato ieri a Mosul per congratularsi con le truppe per la vittoria sul cosiddetto stato islamico (Is), proclamando la città «liberata» dalla presenza jihadista. La violenta battaglia è durata 266 giorni, a partire dallo scorso ottobre. Il primo ministro iracheno ha ordinato all’esercito di garantire la sicurezza della città, spazzando via gli ultimi miliziani che vi si nascondono. Abadi — si legge in una nota — «è arrivato nella città liberata di Mosul e si è congratulato con gli eroici combattenti e con il popolo iracheno per questa grande vittoria».

Il premier è stato mostrato in alcune fotografie mentre scendeva da un elicottero vestito con una divisa e un cappello militari. Su Twitter il premier ha detto di essere arrivato in città «per annunciare la sua liberazione e congratularsi con le forze armate e il popolo iracheno per la vittoria». Le forze d’élite irachene, addestrate dagli Stati Uniti, che hanno combattuto contro l’Is nella città vecchia di Mosul, hanno raggiunto ieri la riva del fiume Tigri: un risultato che ha sancito la definitiva sconfitta degli uomini di Al Baghdadi. «Le forze del servizio antiterrorismo hanno innalzato la bandiera irachena sulla riva del fiume Tigri nella città vecchia di Mosul» hanno riferito numerosi media locali. L’Is è stato cacciato da tutta la parte della città a ovest del Tigri (che la taglia in due); la battaglia continua soltanto in una piccolissima area, sempre a ovest.

E ora — come sottolineano numerosi osservatori — inizia il difficile capitolo della ricostruzione e del ritorno a casa di migliaia di profughi costretti ad abbandonare tutto a causa del conflitto. Capitale della provincia di Ninive, Mosul è la seconda città dell’Iraq. Era stata conquistata dalle milizie jihadiste nel giugno 2014. È in questa città che il leader dell’Is, Abu Bakr Al Baghdadi, si era autoproclamato leader di uno stato islamico a cavallo fra Siria e Iraq, facendo partire l’ondata di violenza che ha segnato i due paesi.

Le cancellerie occidentali si sono congratulate con le forze armate irachene e con il premier Abadi per l’importante successo ottenuto. «La Francia omaggia tutti coloro che insieme alle nostre truppe hanno contribuito a questa vittoria» ha scritto su Twitter il presidente francese, Emmanuel Macron. Il portavoce del consiglio per la sicurezza nazionale statunitense, Michael Anton, e il titolare britannico della Difesa, Michael Fallon, hanno però avvertito che l’operazione militare non può dirsi conclusa e che resta ancora molto da fare. Il presidente del consiglio italiano, Paolo Gentiloni, ha dichiarato che «l’impegno italiano per la stabilizzazione dell’Iraq va avanti, anche dopo la liberazione di Mosul». Gentiloni ha parlato di «una sconfitta decisiva» per l’Is.

Foto Ansa/Ap

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Una Chevrolet così potente non la si era mai vista. Del resto, mai una Corvette di serie si era spinta tanto in là. La nuova ZR1 promette di scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana. Attesa sul mercato dalla primavera del 2018, la sportiva a stelle e strisce vede il V8 6.2 sovralimentato […]

L'articolo Chevrolet Corvette ZR1 2018: lo show dei record proviene da RED Live.

Il Ciclocross moderno ha poco a che vedere con ciò a cui eravamo abituati: percorsi più tecnici e veloci hanno portato a un cambiamento nelle attitudini dei biker, che devono essere assecondate da biciclette altrettanto evolute. Canyon ha progettato la nuova Inflite CF SLX con in mente proprio queste rinnovate esigenze e l’ha dotata di […]

L'articolo Canyon Inflite CF SLX proviene da RED Live.

Anche se ottima ventilazione, aerazione, visiera amovibile e comfort sono aspetti molto importanti in un casco da bici, la differenza reale la fa la capacità di proteggere… Bontrager ha scelto di affidare la nostra sicurezza alle mani, o meglio, alla tecnologia di MIPS, dotando il nuovo Quantum del MIPS Brain Protection System, che a oggi rappresenta […]

L'articolo Bontrager Quantum MIPS, nuova sicurezza proviene da RED Live.

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download