Google+

Iraq. I cristiani hanno perso tutto e vivono nelle tende, «ma qui nessuno è arrabbiato con Dio»

gennaio 13, 2015 Redazione

La testimonianza di fede di una donna cacciata dalla sua casa di Mosul, rifugiatasi a Erbil e costretta a vivere in un container: «Questa non è più vita»

cristiani-perseguitati-erbil-barbarin-francia

Suheila vive in un container e lo ritiene un enorme passo avanti rispetto a pochi mesi fa, quando doveva dormire per terra. Un tempo che sembra ormai lontanissimo, anche se dista solo sette mesi, casa sua era Mosul, la città irachena conquistata a giugno dallo Stato islamico. Oggi invece è lo Sports Club Center di Ankawa, quartiere di Erbil, capitale del Kurdistan. «Grazie, grazie», dice con la sua voce da anziana a chi le dà notizia del cambio di domicilio. «Questo è davvero un grande passo avanti e sono grata. Ma in generale, ovviamente, questa non è più vita. Abbiamo perso tutto e la cosa peggiore è che non sappiamo quando e se saremo in grado di tornare nella nostra terra natia».

«NESSUNO È ARRABBIATO CON DIO». Come riportato dalla sezione americana di Aiuto alla Chiesa che soffre, Suheila è scappata due volte: prima da Mosul, poi da Qaraqosh, dove aveva temporaneamente trovato riparo. «Prima siamo andati a Qaraqosh. Ma quando lo Stato islamico è avanzato ad agosto, siamo dovuti scappare di nuovo. Ora ci troviamo qui ad Ankawa da quattro mesi ma nessuno è arrabbiato con Dio: fortunatamente siamo ancora tutti vivi».

cristiani-iraq-erbil-05«CRISTIANI TRAUMATIZZATI». Nessuno è arrabbiato con Dio, anche se di cose da recriminare ce ne sarebbero eccome (qui il reportage da Erbil del nostro inviato Rodolfo Casadei). Come spiega padre Daniel, sacerdote caldeo che si occupa del campo profughi di Mar Elia ad Ankawa, «la gente è arrivata qui completamente traumatizzata. Non è stato facile per loro passare da un momento all’altro a non avere niente e vivere in tenda. I bambini poi sono quelli che soffrivano di più: vedevano le loro madri piangere e i loro padri gridare tutto il giorno».

RICOMINCIA LA SCUOLA. Ora le cose cominciano a cambiare. Più di settemila bambini hanno ripreso la scuola e delle attività vengono organizzate durante il pomeriggio. Anche gli adulti «riprendono in mano le loro vite. Molti hanno trovato lavoro a Erbil», continua padre Daniel. Tanti invece vogliono andarsene dall’Iraq, «ma sono anche molti quelli che vogliono tornare alle loro case nella piana di Ninive».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Chris scrive:

    non lamentatevi e non fate vittimismo. secondo la vs religione gli ultimi saranno i primi. sono persone beate e fortunate, aggiungo io.

    • Raider scrive:

      Nessun vittimismo nel denunciare i crimini commessi a a danno di persone innocenti, oltre che inermi. La nostra voce si leva forte per le vittime; a fare lo sciacallo ci pensa Cris, che alle vittime vieta anche di lamentarsi.

    • gloria anfurio scrive:

      Chris hai sparso il seme prezioso della tua intelligenza: sono commossa, è bello sapere che al mondo ci sono persone come te, aumentano il livello di stima che ho nei miei riguardi, grazie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

LIVE I mega SUV americani restano un sogno per chi ama il genere: in Europa non ce ne sono molti ma oggi ci si può avvicinare grazie a Ford Edge. È l’ammiraglia dei SUV dell’ovale blu: con 4,81 metri di lunghezza (+ 30 centimetri rispetto alla Kuga) e la seduta a ben 70 centimetri da terra, domina il traffico. […]

L'articolo Prova Ford EDGE Sport 2.0 TdCi proviene da RED Live.

Monovolume, SUV e crossover, ma anche multispazio, sportive, ibride ed elettriche: “l’affollamento” in abitacolo è un must e proliferano le auto a sette posti. Ecco i migliori modelli sul mercato.

L'articolo Quando cinque non bastano, le migliori auto a 7 posti proviene da RED Live.

Nel mondo delle supercar c’è grande fermento per l’imminente debutto della Aston Martin Valkyrie e della Mercedes-AMG Project One, “parenti strette” delle vetture da Formula 1. Auto che, però, vuoi per il frazionamento dei propulsori, vuoi per alcune soluzioni telaistiche, non attingono tanto profondamente quanto affermato nei proclami alla tecnologia delle monoposto. Diversamente da quanto […]

L'articolo Ferrari F50: la Formula 1 sono io proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana