Google+

Iraq, gli Usa valutano l’invio di droni per fermare i jihadisti sunniti

giugno 16, 2014 Chiara Rizzo

Continua l’escalation irachena, ma intanto le diplomazie Usa e Iran sono al lavoro, insieme a quelle di Giordania, Emirati, Arabia saudita e Qatar. I miliziani dell’Isil pubblicano foto di esecuzioni di massa a nord di Baghdad

Il segretario di Stato Usa John Kerry ha annunciato che la Casa Bianca sta considerando l’ipotesi di usare un attacco di droni per fermare l’avanzata dei miliziani dell’Isil (Stato arabo dell’Iraq e del levante) in Iraq: a tal fine ci sarebbe stato addirittura un contatto tra Washington e l’Iran, ma questo tipo di discussione sarebbe del tutto scollegata dai negoziati per il nucleare in programma questa settimana a Vienna.

DIPLOMAZIA. Kerry ha comunicato anche di aver telefonato ai ministri degli Esteri di Giordania, Emirati arabi, Arabia saudita e Qatar sempre per discutere la situazione irachena e per avviare un lavoro comune con tutti questi paesi. Ieri il dipartimento di Stato Usa aveva comunicato che la sicurezza dell’ambasciata a Baghdad (una delle più grandi al mondo, estesa quanto lo stato del Vaticano) è stata rafforzata mentre parte del personale è stato trasferito.

Un’immagine postata da un militante dell’Isil: il generale jihadista al Moussawi ha confermato l’autenticità delle foto

FRONTE NORD DI BAGHDAD. Intanto nella zona settentrionale della capitale irachena, i miliziani dell’Isis hanno annunciato di aver ucciso 1700 soldati, agenti e persone presunti “collaborazionisti” del governo e hanno diffuso alcune foto su twitter dei jihadisti sunniti che mettono in atto esecuzioni di massa. Si tratta di immagini particolarmente crude. Di fronte a plotoni di miliziani armati (molti con il volto e il capo coperti), file di cittadini iracheni innocenti sdraiati in fosse scavate nella sabbia, con mani e piedi legati, attendono da un momento all’altro la morte. Dalle foto è possibile vedere – ancora vivi e prima delle esecuzioni, ma già sotto la minaccia dei kalshnikov dei jihadisti, con le mani in alto o incrociate sulla testa – che tra le vittime ci sono anche ragazzi minorenni. Secondo il generale jihadista Qassim al-Moussawi, il portavoce dell’esercito iracheno, nel fronte di Baghdad nord sono state uccise nelle ultime ore 297 persone. Non esistono conferme o smentite da fonti indipendenti.

ALTRI FRONTI AL CONFINE CON LA SIRIA. Intanto è in corso anche la controffensiva dell’esercito iracheno. Mentre si continuano a reclutare volontari, da stamattina i caccia iracheni stanno compiendo una serie di raid a sud di Mosul, la seconda città del paese, per preparare l’avanzata dell’esercito di terra. Mosul è dalla settimana scorsa sotto il controllo dell’Isil, che hanno conquistato in questi giorni anche la città di Tal Afar, al confine siriano (a 60 chilometri da Mosul). L’esercito ha creato una cintura difensiva di uomini intorno alla capitale. Intanto anche il comandante provvisorio delle forze di terra iraniane, il generale Kiomars Heidari, ha fatto sapere che il suo paese ha aumentato gli uomini a difesa dei confini occidentali con l’Iraq, anche se per il momento non ci sono minacce alla frontiera.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.