Google+

Iran. Ahmadinejad rischia di essere punito con 74 frustate per la violazione del regolamento elettorale

maggio 13, 2013 Leone Grotti

Si è fatto fotografare insieme al suo protetto per le elezioni del 14 giugno. L’ayatollah Khamenei vuole farlo fuori

Il presidente dell’Iran Mahmoud Ahmadinejad rischia di essere punito con 74 frustate o sei mesi di prigione per aver violato il regolamento elettorale. Ieri infatti si sono chiuse le registrazioni per i candidati presidente, che ora dovranno essere valutati dal Consiglio dei guardiani, in vista delle elezioni che si terranno il prossimo 14 giugno.

AMICI DI ISRAELE. Secondo il regolamento, il presidente uscente non può appoggiare nessun candidato ma Ahmadinjead si è fatto fotografare all’ufficio dove avvenivano le registrazioni insieme al suo candidato e protetto Esfandiar Rahim Mashaei. Mashaei non è ben visto dalla Guida suprema, l’ayatollah Ali Khamenei, che vuole sbarazzarsi di Ahmadinejad, e neanche dal resto del paese dopo alcune dichiarazioni sconvenienti a Teheran come questa: «Gli iraniani sono amici di tutti, anche di Israele». La stessa Israele che Ahmadinejad e l’Iran hanno più volte promesso di «cancellare dalla faccia della terra».

REQUISITI MINIMI. Nella valutazione delle candidature il Consiglio dei guardiani eliminerà i politici sgraditi al regime islamico, giudicando se siano o meno in possesso dei requisiti minimi. Il nuovo presidente dovrà infatti essere “maschio”, “pio”, “sciita”, “degno di fiducia”, “religioso o politico”, “dotato di intraprendenza e di capacità manageriali”, oltre che credere nella “rivoluzione” ed esserle “fedele”. Tra le candidature non apprezzate c’è anche quella dell’ex presidente Ali Akbar Hashemi Rafsanjani.

AHMADINEJAD ARRESTATO. Dopo l’ultima uscita il presidente Ahmadinejad, che non può essere rieletto per la terza volta, rischia grosso. Già all’inizio di maggio è stato arrestato dalla Guardia rivoluzionaria, trattenuto per sette ore e rilasciato solo sotto minaccia. Secondo il sito iraniano Melimazhabi l’arresto di Ahmadinejad è sempre più probabile: «In due occasioni – scrive – la guida suprema ha parlato dell’arresto del presidente Ahmadinejad: la prima volta durante una visita di un esponente conservatore. L’esponente si sarebbe lamentato dell’atteggiamento di Ahmadinejad che potrebbe danneggiare il processo della consultazione ricevendo questa risposta da Khamenei: “Se lo farà, ordinerò di sbatterlo dentro”. La seconda volta sarebbe avvenuto durante un incontro con Rafsanjani (ex Presidente, ndr) a cui avrebbe detto: “Dirò di arrestarlo presto”».

SCONTRO CON KHAMENEI. Da tempo Mahmoud Ahmadinejad è in rotta con il regime islamico. A parte situazioni imbarazzanti per l’islam di cui si è reso protagonista, il presidente e la Guida suprema non si sopportano da tempo. Gli attacchi sono diventati pubblici nel 2011, quando Ahmadinejad ha licenziato il ministro dell’intelligence e Khamenei ha annullato la sua decisione richiamandolo al governo. Il presidente è stato quindi accusato di sfidare Khamenei e di volere minare le fondamenta della Repubblica islamica.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi