Google+

Intercettazioni. Il Ministero della Giustizia stanzia 200 milioni. I magistrati che fanno? Ne spendono 40 in più

gennaio 31, 2014 Redazione

Anche nel 2013, «sono state allargate le maglie dei capitoli di bilancio sfondati dai magistrati». I tagli per 50 milioni di euro sono rimasti solo sulla carta

Mentre il Governo continua a tagliare gli stanziamenti la giustizia, i magistrati non si rassegnano ad accettare di diminuire le spese. Ne parla oggi Franco Bechis sul Libero. I magistrati «hanno sentito “spending review”, e devono avere tradotto “spendi di più”», così alla fine, nel 2013, «sono state allargate le maglie dei capitoli di bilancio sfondati dai magistrati» e 40 dei 50 milioni di tagli stabiliti dal governo sono rimasti soltanto sulla carta.

SPESA PER INTERCETTAZIONI. «Il caso illuminante – prosegue Bechis – è quello della spesa per intercettazioni». Erano stati stanziati dal governo 200 milioni, «ma le Procure nel 2013 ne hanno spesi 240». «Addio spending review, perché il taglio complessivo al bilancio generale era stato di 50 milioni di euro in tutto, e i 4/5 sono stati dalla eccessiva ingordigia di intercettazioni». Non è una pratica insolita, quella di ignorare il tetto massimo di spesa per la giustizia. I magistrati, prosegue Bechis, «hanno sfondato ogni anno i limiti di spesa» e le intercettazioni sono aumentate in 5 anni del 20 per cento. Il risultato di questo comportamento è che «gli uffici giudiziari portano alle spalle un contenzioso che non finisce mai». Bechis cita i dati dell’ultima relazione sull’amministrazione della giustizia del 2013: «Sono pervenuti 89 nuovi ricorsi per decreti ingiuntivi, la maggior parte causati dal mancato pagamento delle spese connesse all’attività di noleggio di apparecchiature per intercettazioni telefoniche».

POCHI SOLDI PER I RISARCIMENTI. Il debito che il ministero della giustizia ha nei confronti delle imprese continua ad accumularsi. Se da un lato ai magistrati piace spendere più di quanto stabilisca il governo, dall’altra chi ne deve portarne il peso sono infatti i cittadini. «La legge Pinto – scrive Bechis – obbliga lo stato a risarcire chi ha subito processi eccessivamente lunghi o ingiusta detenzione», ma è «una delle meno rispettate dallo Stato».  «Ancora da pagare, nel 2013, c’erano 387 milioni di euro». A fronte di questo debito enorme, per quest’anno, lo Stato ha versato 50 milioni di euro. Ma anche se ci sono stanziamenti più alti degli anni precedenti anni, conclude Bechis, citando il ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri, restano «ben lontani dal soddisfare il debito assunto nel corso dell’anno e il debito pregresso».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana