Google+

Intercettazioni. Il Ministero della Giustizia stanzia 200 milioni. I magistrati che fanno? Ne spendono 40 in più

gennaio 31, 2014 Redazione

Anche nel 2013, «sono state allargate le maglie dei capitoli di bilancio sfondati dai magistrati». I tagli per 50 milioni di euro sono rimasti solo sulla carta

Mentre il Governo continua a tagliare gli stanziamenti la giustizia, i magistrati non si rassegnano ad accettare di diminuire le spese. Ne parla oggi Franco Bechis sul Libero. I magistrati «hanno sentito “spending review”, e devono avere tradotto “spendi di più”», così alla fine, nel 2013, «sono state allargate le maglie dei capitoli di bilancio sfondati dai magistrati» e 40 dei 50 milioni di tagli stabiliti dal governo sono rimasti soltanto sulla carta.

SPESA PER INTERCETTAZIONI. «Il caso illuminante – prosegue Bechis – è quello della spesa per intercettazioni». Erano stati stanziati dal governo 200 milioni, «ma le Procure nel 2013 ne hanno spesi 240». «Addio spending review, perché il taglio complessivo al bilancio generale era stato di 50 milioni di euro in tutto, e i 4/5 sono stati dalla eccessiva ingordigia di intercettazioni». Non è una pratica insolita, quella di ignorare il tetto massimo di spesa per la giustizia. I magistrati, prosegue Bechis, «hanno sfondato ogni anno i limiti di spesa» e le intercettazioni sono aumentate in 5 anni del 20 per cento. Il risultato di questo comportamento è che «gli uffici giudiziari portano alle spalle un contenzioso che non finisce mai». Bechis cita i dati dell’ultima relazione sull’amministrazione della giustizia del 2013: «Sono pervenuti 89 nuovi ricorsi per decreti ingiuntivi, la maggior parte causati dal mancato pagamento delle spese connesse all’attività di noleggio di apparecchiature per intercettazioni telefoniche».

POCHI SOLDI PER I RISARCIMENTI. Il debito che il ministero della giustizia ha nei confronti delle imprese continua ad accumularsi. Se da un lato ai magistrati piace spendere più di quanto stabilisca il governo, dall’altra chi ne deve portarne il peso sono infatti i cittadini. «La legge Pinto – scrive Bechis – obbliga lo stato a risarcire chi ha subito processi eccessivamente lunghi o ingiusta detenzione», ma è «una delle meno rispettate dallo Stato».  «Ancora da pagare, nel 2013, c’erano 387 milioni di euro». A fronte di questo debito enorme, per quest’anno, lo Stato ha versato 50 milioni di euro. Ma anche se ci sono stanziamenti più alti degli anni precedenti anni, conclude Bechis, citando il ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri, restano «ben lontani dal soddisfare il debito assunto nel corso dell’anno e il debito pregresso».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.