Google+

Intercettazioni al Quirinale: Napolitano contro i pm di Palermo

luglio 16, 2012 Redazione

A differenza di quanto afferma la Procura di Palermo, il presidente della Repubblica, non avrebbe semplicemente l’immunità prevista per i parlamentari, ma garanzie particolari attribuitegli costituzionalmente.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha deciso di sollevare un conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costituzionale contro la procura di Palermo per le decisioni che ha assunto sulle intercettazioni fra lo staff del Capo dello Stato e Nicola Mancino.

Napolitano e l’Avvocato generale dello Stato hanno considerato le intercettazioni effettuate, anche se indirette, lesive di prerogative attribuitegli dalla Costituzione. Come ha anche sostenuto Eugenio Scalfari nei giorni scorsi, a differenza di quanto sostiene la Procura di Palermo, il presidente della Repubblica non avrebbe soltanto l’immunità prevista per i parlamentari ma garanzie particolari attribuitegli costituzionalmente che impediscono di mantenere agli atti qualsiasi intercettazione diretta o indiretta o occasionale, di là dalla rilevanza processuale che potrebbe avere. Ciò in base all’articolo 90 della Costituzione e dell’articolo 7 della legge 5 giugno 1989, n. 219 dove è sancito che le intercettazioni del presidente della Repubblica, salvo i casi di alto tradimento o attentato alla Costituzione, «sono da considerarsi assolutamente vietate e non possono quindi essere in alcun modo valutate, utilizzate e trascritte e di esse il pubblico ministero deve immediatamente chiedere al giudice la distruzione».

«Alla determinazione di sollevare il conflitto», afferma una nota del quirinale, «il Presidente Napolitano è pervenuto ritenendo “dovere del Presidente della Repubblica”, secondo l’insegnamento di Luigi Einaudi, “evitare si pongano, nel suo silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell’occorso, precedenti, grazie ai quali accada o sembri accadere che egli non trasmetta al suo successore immuni da qualsiasi incrinatura le facoltà che la Costituzione gli attribuisce”».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana