Google+

Indonesia. Folla di estremisti islamici attacca i cristiani e brucia una chiesa

ottobre 14, 2015 Leone Grotti

Negli scontri è rimasta uccisa una persona. Gli islamisti hanno anche fatto pressione al governo per demolire subito altre dieci chiese

Un morto, quattro feriti, una chiesa bruciata. Ad Aceh, nell’ovest dell’Indonesia, gli estremisti islamici non sono mai stati teneri con i cristiani, ma questa volta gli attacchi sono stati più violenti del solito.

CHIESA BRUCIATA. Centinaia di estremisti musulmani ieri hanno attaccato nel distretto Singkil una chiesa: secondo gli assalitori sarebbe stata costruita in modo illegale, e per questo l’hanno data alle fiamme. Non contenti, hanno raggiunto una seconda chiesa, dove durante gli scontri tra islamisti e cristiani un uomo è rimasto ucciso con un colpo di pistola alla testa. In tutto, spiega il capo della polizia di Aceh all’Afp, sono state ferite quattro persone.

REGOLAMENTI E PRESSIONI. Tensioni e scontri come quelli di Aceh vengono registrati continuamente in Indonesia. Ogni anno almeno 40 chiese vengono chiuse o distrutte dalle autorità locali sotto la pressione di gruppi estremisti islamici. Gran parte del problema è dovuto alla difficoltà di ottenere il famigerato permesso di costruzione “Imb“, come legiferato dal governo nel 2006. L’iter per ottenere l’autorizzazione è lungo e intricato e prevede che un grande numero di residenti dell’area dove si intende costruire la chiesa e il gruppo per il dialogo inter-religioso diano il nulla osta. Anche una volta che si ottiene il via libera, però, bisogna fare fronte alle pressioni degli estremisti islamici, che spesso minacciano i sindaci, obbligandoli a non concedere i permessi.

DEMOLIZIONI IMMINENTI. Nel distretto di Singkil, da una settimana gli islamisti chiedono la demolizione di diverse chiese per presunte violazioni nelle regole di edificazione. Il governo locale, sotto pressione, aveva promesso di cominciare le demolizioni di alcuni edifici il 19 ottobre, concedendo ad altre 14 sei mesi di tempo per regolarizzare la loro posizione. Ma come riporta AsiaNews, gli estremisti non hanno voluto aspettare e hanno cominciato le demolizioni da soli. Nei prossimi giorni, altre dieci chiese dovrebbero essere rase al suolo.

SHARIA ISLAMICA. La provincia di Aceh è l’unica in tutta l’Indonesia, la nazione musulmana più popolosa al mondo, dove vige la sharia. Per i cristiani locali la vita è sempre più difficile: nel 2013, ad esempio, l’Assemblea consultiva degli Ulema ha proibito ai musulmani di fare gli auguri di Natale ai cristiani. Anche festeggiare il nuovo anno è stato vietato.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. SUSANNA ROLLI scrive:

    Poi dopo -una volta eliminate tutte le chiese- ridotti a noia mortale con lo spirito infame dentro in disoccupazione forzata non sapranno che fare: quindi, si autodemoliranno. Vuoi vedere?

    • Sebastiano scrive:

      Tranquilla Susanna, non saranno disoccupati. Ci penserà la Boldrini a invitarli alla Camera a tenere lezioni sull’islam “religione di pace”.

    • Sebastiano scrive:

      Ci provo per la terza volta:
      Susanna, non saranno disoccupati. Ci penserà la Bol.drini ad assumerli come maestrini per farci le lezionicine alla Camera.

      • SUSANNA ROLLI scrive:

        Sebastiano, a volte non compare subito il post, ci mette un po’.
        Per me la gente ormai non ne può più!, mica semo fessi!!
        Comunque, i tempi sono veramente “particolari”; è una lotta tra Dio e satana, è palese.
        Noi continuiamo il nostro cammino di Fede, possibilmente nella pace che ci è stata promessa.
        Ne vedremo delle belle!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana