Google+

India. Le leggi anticonversione usate contro i cristiani

marzo 11, 2016 Redazione

L’accusa di monsignor Leo Cornelio, vescovo di Bhopal. Il caso di tredici arrestati mentre pregavano, colpevoli di «aver fatto troppo rumore»

india-chiesa-acs«Le leggi anticonversione sono divenute uno strumento con cui i gruppi estremisti perseguitano le minoranze, specialmente i cristiani». Così monsignor Leo Cornelio, vescovo di Bhopal, commenta ad Aiuto alla Chiesa che Soffre l’attuale situazione in Madhya Pradesh, lo Stato in cui si trova la sua diocesi, dove lo scorso gennaio sono stati arrestati tredici cristiani con l’accusa di aver convertito forzatamente dei fedeli indù al cristianesimo. Il Madhya Pradesh è infatti tra i sette Stati indiani in cui vigono le Leggi sulla Libertà Religiosa, comunemente note come leggi anticonversione. Nate per prevenire le conversioni forzate, ma di fatto all’origine di dure discriminazioni, violenze e violazioni dei diritti delle minoranze religiose, le leggi anti-conversione sono in vigore in sette stati della federazione: Chhattisgarh, Himachal Pradesh, Gujarat, Madhya Pradesh, Arunanchal Pradesh, Rajasthan e Orissa. Il Madhya Pradesh è stato il primo Stato a dotarsi di tale legislazione nel 1967.

«I tredici arrestati stavano pregando insieme e devono aver fatto troppo rumore, disturbando qualcuno», afferma monsignor Cornelio confermando la presenza anche di minori tra i fedeli trattenuti dalla polizia. L’episodio rappresenta un chiaro esempio della facilità con cui ci si può servire delle leggi anticonversione. «Le norme dovrebbero garantire che i gruppi religiosi non costringano altri ad abbracciare la propria fede. Ma come è possibile evitare che qualcuno con interessi economici, politici o personali, le utilizzi per i propri scopi?». Il presule spiega che le Chiese cristiane non tentano in alcun modo di convertire i fedeli di altre religioni al cristianesimo, sebbene non esclude che vi possano essere stati dei tentativi eccezionali da parte di sette di ispirazione cristiana. Al tempo stesso sottolinea come perfino le opere di carità vengano male interpretate dai gruppi oltranzisti. «Ci accusano di prenderci cura della povera gente unicamente al fine di convertirla. Sono perfino arrivati ad incolpare Madre Teresa di questo. In realtà sono le persone a chiederci perché le aiutiamo e quando spieghiamo loro che questo è ciò che ha insegnato Gesù, vogliono abbracciare la nostra fede».

Il presule mette in guardia dai pericoli dell’adozione di una legge anti-conversione a livello generale e sottolinea come pur non essendo direttamente il governo a far soffrire le minoranza, da quando il partito nazionalista indù Bharatiya Janata Party (NJP) ha guadagnato la presidenza con Narendra Modi, i gruppi oltranzisti sono maggiormente radicalizzati. «Gli estremisti manipolano i casi di conversione ed esercitano pressioni sulla polizia affinché arresti i presunti colpevoli. Così si iniziano lunghi processi che possono durare anche anni a causa della lentezza del nostro sistema giuridico. E noi minoranze continuiamo a soffrire».

Tratto da Acs


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Sebastiano scrive:

    Non vedo il mio commento e non so quindi se sono stato moderato. Ci riprovo:
    questo è il paese civile che in QUATTRO ANNI non solo non è riuscito a imbastire un processo ma neppure a formulare un rinvio a giudizio o un proscioglimento per due marinai italiani.
    Ora si sono persi in un bicchier d’acqua. Quello di Asia.
    Che però è grande come un oceano.
    Dire che sono da terzo mondo è fargli un complimento.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana