Google+

In Piemonte va in scena lo scontro tra gli ateniesi (renziani) e gli spartani (bersaniani)

marzo 19, 2013 Chiara Rizzo

Il Pd si organizza per le future regionali: in campo Farinetti per l’ala renziana guidata da Sergio Chiamparino e Saitta per quella ex Ds. Ma potrebbe candidarsi anche Fassino

La settimana scorsa, il primo ad aprire le danze è stato il patron di Eataly, Oscar Farinetti, grande sostenitore di Matteo Renzi e piemontese, che, sulla Stampa, ha dichiarato l’intenzione di candidarsi alle regionali piemontesi, «se per caso mi venisse voglia… mio padre mi ha insegnato ad accettare le prove difficili». In questi giorni, sulla loro pagina web, gli “ateniesi” del Pd (l’ala renziana del partito, che si contrappone ai “Trecento Spartani”, che sostengono Pier Luigi Bersani) hanno acceso il dibattito interno. Il principale sostenitore di Matteo Renzi a Torino, Davide Ricca, fondatore del comitato “Adesso! Torino”, e il renziano Fausto Sorino hanno chiesto di convocare, in vista delle regionali e per aprire le primarie il più possibile, gli Stati generali delle associazioni e dei movimenti: «Una richiesta che nasce dall’esigenza di un profondo rinnovamento dell’attuale classe dirigente del Pd, la stessa che alle ultime elezioni ha perso tre milioni e ottocentomila voti (quelli raccolti da Renzi alle primarie, ndr), probabilmente a causa della propria arroganza e autoreferenzialità e incapacità di ascolto, come ha dimostrato anche l’ultima direzione provinciale del Pd». I renziani torinesi ricordano che le associazioni sono la spina dorsale del welfare nel paese, sono soprattutto aria nuova a cui il partito dovrebbe dare ascolto: invece, nella direzione e dopo l’articolo su La Stampa, uno dei dirigenti locali, il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta, ha comunicato che anche lui intende candidarsi, e ciò con l’appoggio più che probabile dell’ala più a sinistra del Pd piemontese.

FASSINO STUFO DI FARE IL SINDACO. Insomma, la discussione nel centrosinistra è rovente, anche se le regionali in Piemonte, fissate nel 2015, sembrano lontane. Tuttavia, a causa di alcune recenti difficoltà dell’amministrazione di centrodestra, a sinistra ci si prepara. Ecco perché i renziani piemontesi si stanno già muovendo, e la richiesta degli stati generali nasce proprio come tentativo indiretto di andare alla conta, capire quali delle due ali nel partito pesi di più e abbia più chance. Dietro l’ala renziana in Piemonte si dice che ci sia Sergio Chiamparino, ex sindaco di Torino, che muove per mettere in minoranza gli avversari usando una pedina di prestigio, un nome del calibro internazionale quale Farinetti. Il nome di Saitta come competitor non avrebbe uguale appeal: anche se il presidente della Provincia si è messo in luce come sostenitore della Tav, oggi in realtà cercherebbe anche lui un posto “paracadute”, nel caso davvero venissero abolite le province. Dall’altra parte, oltre la cortina di ferro degli ex Ds e dell’ala più a sinistra del Pd, in realtà ci sarebbe addirittura l’attuale sindaco, Piero Fassino, che ai più stretti collaboratori ha già confidato di non poterne più di fare il primo cittadino. Fassino ha usato lo specchio delle “parlamentarie” per candidare tutti i suoi, come il segretario provinciale del Pd, Paola Bragantini, o Cesare Damiano, e ha gioco facile nello schieramento storico che ha gestito il Pd piemontese. Oltretutto la sfida per la Regione si gioca tutta nel capoluogo, che vale un quarto degli elettori piemontesi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.