Google+

Immigrazione, i canadesi la pensano come il truce Trump (e non come beautiful Trudeau)

marzo 21, 2017 Redazione

Secondo un sondaggio Ipsos il 48 per cento dei canadesi «vorrebbe aumentare la deportazione di chi vive illegalmente in Canada». Il 46 per cento boccia le politiche di Trudeau

Quando si tratta di immigrazione, il 48 per cento dei canadesi la pensa come gli americani e il loro presidente Donald Trump e non come il premier Justin Trudeau. Vorrebbe cioè rimandare indietro tutti gli immigrati illegali che entrano nel paese. È questo il risultato di un sondaggio Ipsos diffuso ieri da Reuters.

IL SONDAGGIO. Negli ultimi mesi, centinaia di migranti africani e mediorientali, provenienti dagli Stati Uniti, sono entrati in Canada. Quattro persone su 10 (41 per cento) temono che l’immigrazione illegale renda il Canada un paese «meno sicuro» e il 48 per cento che «la deportazione di chi vive illegalmente in Canada vada aumentata». Riguardo agli ultimi arrivi dagli Stati Uniti, la metà dei canadesi ritiene che «debbano essere rimandati indietro negli Usa». Solo il 36 per cento sostiene che debbano invece essere «accolti» per avere possibilità di ottenere asilo politico.

TRUDEAU BOCCIATO. Allo stesso modo, non sono apprezzate le politiche e le dichiarazioni di apertura di Trudeau, che in occasione di una recente visita negli Stati Uniti è stato descritto dai giornali americani come l’anti-Trump per eccellenza. L’operato del premier, che ha dichiarato il mese scorso che «il Canada accoglierà i migranti che se ne andranno dagli Usa», è disapprovato dal 46 per cento dei suoi concittadini. Poco più del 30 per cento, invece, lo approva.

MENO RIFUGIATI. Il premier dal sorriso hollywoodiano, al di là delle dichiarazioni di apertura incondizionata che hanno fatto stravedere i nemici di Trump, ha mantenuto per il 2017 lo stesso numero di immigrati da accettare rispetto al 2016: 300 mila persone. Ha però ridotto di oltre la metà il numero di rifugiati a cui aprire le porte: 25 mila contro i 45 mila del 2016. Quando i riflettori delle telecamere si spengono, anche il motto «la diversità è la nostra forza» si oscura un po’.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: YAMAHA TEST THE EMOTION, Hyper Naked e Sport Touring in prova  DOVE E QUANDO: Pescara, 1 e 2 aprile Si chiama “Yamaha Test the Emotion” il nuovo tour itinerante di nove tappe organizzato da Yamaha per far scoprire ai motociclisti italiani i modelli delle famiglie Hyper Naked e Sport Touring di Iwata. Per la gamma MT saranno presenti […]

L'articolo RED Weekend 30 marzo – 2 aprile, idee per muoversi proviene da RED Live.

Dormire sugli allori può rivelarsi – oggi più che mai – un errore imperdonabile, anche per le Case più affermate e per i loro modelli più rappresentativi. Con la concorrenza che affila le armi e la tecnologia che si diffonde a macchia d’olio a tutti i livelli, il rischio che un modello best-seller possa finire […]

L'articolo Prova Suzuki V-Strom 650 XT 2017 proviene da RED Live.

LIVE Una delle 600 Supersport più amate di sempre si rinnova, dimostrando che Yamaha crede ancora in una categoria che altri hanno dato già per spacciata. Troppo severe le norme anti inquinamento per i frullini da 600 cc che a furia di smagrire le carburazioni sono diventati anoressici di coppia e poco godibili su strada, […]

L'articolo Prova Yamaha R6 2017 proviene da RED Live.

La primavera è per definizione la stagione più di altre foriera di novità. E le novità fioriscono anche in KTM. Dopo il lancio del tour internazionale Track ‘N Test, che farà tappa anche a Misano dal 7 al 9 aprile, ecco difatti profilarsi un’altra iniziativa. Partiamo dalla sigla C.O.R.E., ossia Complete Off Road Education e che […]

L'articolo KTM Adventure Hard C.O.R.E. proviene da RED Live.

È un’evoluzione e non una rivoluzione, questo si capisce anche da nome. Quel “Max” aggiunto si traduce in migliorie a un prodotto, Dunlop SportSmart 2, che ottenuto un buon successo sul mercato ma che meritava un upgrade per rimanere al passo con i tempi. Operazione necessaria perché l’andamento del mercato delle moto parla molto chiaro: […]

L'articolo Prova Dunlop SportSmart 2 Max proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana