Google+

Imam vietano ai musulmani dell’Indonesia di augurare «Buon Natale»

dicembre 21, 2012 Benedetta Frigerio

Un editto islamico del 1981 vieta ai musulmani dell’Indonesia di augurare “Buon Natale”.

Augurare «buon Natale» oggi forse è impopolare, per qualcuno imbarazzante, in Indonesia invece è proibito. E a ricordare a tutti i musulmani che l’impedimento non è formale ci ha pensato Ma’ruf Amin, leader islamico del dipartimento della Fatwa del Consiglio degli ulema indonesiani (Mui), organizzazione finanziata dal governo. Ieri Amin ha ricordato il divieto imposto dall’editto religioso del 1981: «Augurare Buon Natale – ha detto – non è giusto ancora oggi. Sarebbe meglio dire felice anno nuovo».

TOLLERANZA E ARMONIA. Nel paese islamico più grande del mondo, 230 milioni di persone di cui oltre l’80 per cento islamico, i «musulmani devono garantire la tolleranza e l’armonia» e quindi, continua Amin, non bisogna impedire che i cristiani celebrino il Natale. Ma non tutti sono convinti di queste parole. Secondo Zuhairi Misrawi, leader musulmano della Nahdlatul Ulama, la più grande organizzazione islamica del paese, «l’islam è come un grande e profondo mare blu. L’editto del Mui è solo una corrente ma ce ne sono molte altre».

MANCA LA LIBERTÀ RELIGIOSA. Theopilus Bela, segretario generale del Comitato indonesiano per la Libertà Religiosa e la Pace, ha dichiarato che il Mui ha lanciato numerose fatwa che dimostrano come nel paese manchi la libertà religiosa. «Spero che la maggioranza dei musulmani non segua l’indicazione del Mui» fatta da Amin. Me l’estremismo islamico è molto radicato nel paese e c’è da credere che in tanti non oseranno contraddire l’editto del 1981.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download