Google+

L’Ilva «perde tra i 60 e il 70 milioni di euro al mese». Così l’Italia «chiude definitivamente la partita della grande impresa»

maggio 21, 2014 Redazione

Per il presidente di Federacciai Antonio Gozzi lo stabilimento di Taranto «perde tra i 60 e i 70 milioni di euro al mese e ha distrutto capitale circolante per oltre un miliardo. Il piano industriale lo devono fare gli imprenditori, non la politica»

«Senza una proprietà e una governance normali, l’Ilva non sarà capace di generare le risorse necessarie per gli interventi ambientali e per il rilancio produttivo». Così il presidente di Federacciai, Antonio Gozzi, in occasione della conferenza annuale della federazione delle imprese della siderurgia, ha commentato la situazione in cui versa l’acciaieria di Taranto.
L’Ilva è «vicina al collasso», ha ricordato Gozzi: «Perde tra i 60 e i 70 milioni di euro al mese» e «ha distrutto capitale circolante per oltre un miliardo». Per questo, se si vuole imboccare la strada del risanamento, che pure resta «faticosa», va «costruita una compagine societaria con il sostegno di molti e senza escludere i Riva». «Il piano industriale», infatti, «lo devono fare gli imprenditori e non la politica». Gozzi ha, inoltre, definito la legge Orlando-Zanonato, che ha affidato il risanamento dello stabilimento tarantino al commissario Bondi, «un esproprio senza indennizzo».

L’ILVA NON È SOLO L’ILVA. Se è vero, poi, come scrive il Sole 24 Ore, che «nei primi mesi dell’anno la produzione di acciaio in Italia sta recuperando (+5,8 per cento)», non bisogna dimenticare, però, che «si tratta di un dato “drogato” dal confronto con un 2013 zavorrato dalle difficoltà» proprio dello stabilimento tarantino. E recuperare la produzione a Taranto, certo, senza prescindere dalla necessaria opera di messa in sicurezza dell’Ilva, è fondamentale per il Paese. Come ha scritto Paolo Bricco sempre sul Sole, infatti, «l’Ilva non è solo l’Ilva. E Taranto non è solo Taranto. Se l’Italia perde l’Ilva, il nostro sistema industriale chiude definitivamente la partita della grande impresa».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Mariobon489 says:

    Questo è il risultato di una battaglia ideologica condotta da “taleban-magistrati” i quali combattono non l’inquinamento (Torino, come livello di inquinamento da polveri sottili, è di gran lunga peggiore di Taranto), ma il capitale, l’industria come simbolo stesso del capitalismo. Nei lunghissimi decenni in cui l’ILVA era di proprietà dello Stato, per poi passare ai Riva, nulla è stato detto, nulla è stato fatto dai nostri magistrati. Eppure l’attuale situazione dell’acciaieria è anche figlia diretta di quegli anni e della gestione pubblica.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.