Google+

Ilva, la procura di Taranto chiede rinvio a giudizio per 50 indagati, tra cui i Riva e Vendola

marzo 6, 2014 Chiara Rizzo

La richiesta dell’accusa dovrà essere valutata ora dal Gip. Le accuse vanno dall’associazione a delinquere a disastro ambientale colposo e omicidio colposo, Vendola indagato per concussione

Cinquanta persone rinviate a giudizio, tra cui non solo la famiglia Riva, ma anche i vertici di tutti gli enti locali: questa è stata la richiesta presentata oggi dalla procura di Taranto per l’inchiesta sui danni ambientali dell’Ilva. La richiesta dovrà ora essere valutata dal gip che dovrà decidere se mandare a processo, quindi, tra gli altri anche il governatore della Puglia Nichi Vendola, l’ex presidente della provincia Giovanni Florido e il sindaco di Taranto Ippazio Stefàno.

I PRESUNTI REATI. La richiesta di rinvio a giudizio è stata firmata dal procuratore capo Franco Sebastio e dal pool che si è occupato delle indagini (l’aggiunto Pietro Argentino, i sostituti Mariano Buccoliero, Giovanna Cannarile, Remo Epifani e Raffaele Graziano) e coinvolge 53 indagati, ai quali lo scorso 30 ottobre è già stato notoficato l’avviso di chiusura indagini. La procura vuole mandare a processo 11 dirigenti dell’azienda per i presunti reati ambientali commessi dall’acciaieria, cioé associazione a delinquere, disastro ambientale colposo e omicidio colposo (per i casi di due “morti bianche”): tra di loro i precedenti vertici del gruppo, prima del commissariamento, Emilio, Fabio e Nicora Riva e uno stuolo di manager ed ex managere dello stabilimento tarantino. Vendola è accusato invece di concussione aggravata. Oltre alle 50 persone fisiche indagate, la procura ha chiesto un rinvio a giudizio anche per tre società.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana