Google+

Ilva. Il ministro Guidi convoca i sindacati

luglio 3, 2014 Chiara Rizzo

A due anni dall’avvio dell’inchiesta giudiziaria il percorso della super acciaieria sembra destinato al declino. Non si hanno certezze sugli stipendi da versare e nemmeno sulle strategie: i sindacati chiedono l’intervento dell’esecutivo

Il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi ha convocato per oggi pomeriggio i sindacati per discutere del caso Ilva. Un incontro al Mise con i confederali c’era già stato ieri pomeriggio, e vi avevano preso parte Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil e il commissario dell’Ilva Piero Gnudi: ma secondo i sindacalisti nel faccia a faccia non è stata fornita alcuna risposta sui problemi più scottanti per lo stabilimento siderurgico.

I PROBLEMI SUL TAVOLO. Sono diversi i quesiti rimasti aperti o sospesi per i dipendenti dell’Ilva. Ieri è già stato chiarito solo che gli stipendi del mese di giugno saranno versati entro il 12 luglio, mentre inizialmente si temeva che non arrivassero proprio. Inoltre è stato comunicato che il premio di produzione slitterà probabilmente (almeno) di un mese: occorre attendere che le banche eroghino all’Ilva un prestito ponte che servirà a pagare gli stipendi poi sino alla fine dell’anno. Non c’è nessun’altra sicurezza per il resto. Per il prestito ponte si continua a trattare con le banche, come d’altra parte aveva già iniziato a fare l’ex commissario Enrico Bondi, sino ad un mese fa. Si continua a trattare anche con la Procura di Milano per l’uso dei soldi sequestrati ai Riva per reati fiscali vari. Per quanto riguarda la messa in atto dell’Aia, i lavori necessari continuano ad essere in ritardo (di tre mesi) sul cronoprogramma, e per quanto riguarda i nuovi azionisti si continua a non aveere nessuna certezza. Tra le manifestazioni d’interesse c’è quella del gruppo franco-indiano di Arcelo Mittal, che a giugno ha già inviato due volte una delegazione di propri tecnici in visita di controllo all’acciaieria di Taranto: ma questa manifestazione d’interesse non è l’unica, per cui ancora non c’è nulla di definitivo. I sindacati hanno confermato uno sciopero l’11 luglio, con una manifestazione degli operai a Roma diretta a palazzo Chigi per chiedere al governo che, a due anni dall’inizio della vicenda giudiziaria, segua più da vicino il destino della super acciaieria, che pare destinata ad un cammino in declino.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.