Google+

Il Salone del Mobile incorona il successo del design made in Italy

aprile 5, 2017 Francesca Parodi

Il clima tra gli imprenditori del settore è all’insegna dell’ottimismo: il 2016 ha confermato la crescita avviata nel 2015, con un fatturato che è cresciuto del 2,3 per cento

salone-mobile-ansa

Alla crisi economica e dei consumi Milano risponde rinnovando l’annuale appuntamento (questa la 56esima edizione) del Salone del Mobile, uno degli eventi internazionali più prestigiosi del mondo del design. L’evento, che si svolge dal 4 al 9 aprile a Rho Fiera, fa parte di una precisa strategia che mira a promuovere il made in Italy, puntando su qualità e innovazione e dando l’opportunità alle imprese del mobile di mettersi in mostra in una vetrina internazionale. Sono presenti con le loro esposizioni più di 2 mila aziende da tutto il mondo e sono stimati più di 300 mila visitatori (per due terzi stranieri).

«Designer e progettisti trovano solo a Milano un unicum di creatività e capacità industriale per interpretarla e rappresentarla. Per questo l’appuntamento del Salone diventa imprescindibile per tutti coloro che devono trovare ispirazione e al tempo stesso presentare la propria creatività» afferma Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile.Milano. Quest’anno il focus si concreta sul design della luce e dell’ambiente di lavoro, e i padiglioni sono organizzati in cinque settori: il Salone internazionale del mobile, il Salone internazionale del completamento d’arredo, Euroluce (dedicato all’illuminazione domestica, industriale, stradale, ospedaliera e di spettacoli), Workplace 3.0 (per la progettazione dello spazio di lavoro che tenga conto delle nuove esigenze di tecnologia e sicurezza) e SaloneSatellite (una collezione di pezzi fatti appositamente disegnare da designer internazionali per festeggiare i 20 anni del SaloneSatellite).

Come riportato negli scorsi giorni dal Sole 24 Ore, il clima generale tra gli imprenditori del settore è all’insegna dell’ottimismo: il 2016 ha confermato la crescita avviata nel 2015, con un fatturato che è cresciuto del 2,3 per cento. In particolare, il design dell’ambiente di lavoro ha raggiunto una crescita record con un fatturato di oltre un miliardo di euro, sia grazie alle esportazioni sia al mercato interno, mentre l’illuminazione realizza il 75 per cento dei ricavi oltreconfine. Secondo i dati registrati dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza, l’Italia è al secondo posto nel mondo, dopo la Russia, per numero di società con bilancio produttrici di mobili (un quinto delle imprese italiane che operano nel settore del design si concentra in Lombardia). Le nostre aziende attraggono anche investitori esteri e molto spesso hanno un azionista di riferimento non italiano, ma sono molto più numerose le aziende di mobili che hanno filiali all’estero.

«Su 20 miliardi di fatturato nel settore del mobile, più di 10 miliardi sono fatti all’estero, un numero per noi estremamente positivo» dice a tempi.it Emanuele Orsini, presidente di Federlegno Arredo Eventi. «Stiamo andando molto bene sui mercati di Francia, Germania, Stati Uniti e anche della Cina, con 320 milioni di fatturato destinati molto probabilmente a salire. Ma andiamo bene anche in Italia grazie soprattutto al bonus mobili, che ha portato a un aumento del 3,1 per cento del fatturato rispetto all’anno precedente».

Molto significativa anche la presenza all’inaugurazione del Salone del Mobile, per la prima volta, del presidente Sergio Mattarella. «Per noi è stato un grande motivo di orgoglio perché rappresenta un riconoscimento al settore e regala maggiore visibilità all’Italia, oltre a dare un impulso importante al mercato. In 56 anni nessun presidente della Repubblica aveva mai partecipato all’evento».

Il Salone del Mobile però non è legato solo al business del design e dell’arredo: per sette giorni in tutta la città di Milano e sul territorio lombardo sono organizzati oltre mille eventi da aziende, commercianti, istituzioni e privati cittadini. L’iniziativa prende il nome di «Fuorisalone», attraendo circa 400mila visitatori e generando un consistente introito turistico, soprattutto per gli alloggi e lo shopping.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport Touring per vocazione proviene da RED Live.

Tutta nuova, la berlina del Leone graffia molto di più rispetto al passato. Perché è più corta e bassa, ha un design dinamico e la solita attenzione al look by Peugeot. La toccheremo con mano al prossimo Salone di Ginevra

L'articolo Nuova Peugeot 508, la berlina si fa bella proviene da RED Live.

Basata sulla piattaforma EMP2, ha due lunghezze, un bagagliaio smisurato e interni da berlina di lusso. Per elevare verso nuovi orizzonti il concetto di veicolo Multispazio

L'articolo Peugeot Rifter, la nuova multispazio a Ginevra proviene da RED Live.

Una storia, quella delle Sportster, nata nel 1957 e destinata a continuare senza sosta e senza eclatanti sorprese. Anche quest’anno infatti la famiglia si allarga e lo fa grazie a due nuove interpretazioni che combinano lo stile rétro ispirato ai canoni classici del mondo custom e le prestazioni pungenti del motore V-Twin 1200 Evolution.  IRON […]

L'articolo Nuove H-D Sportster Forty-Eight Special e Iron 1200 proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi