Google+

Il primo giorno dei grillini a Palazzo. Molti timori, qualche gaffe e una cravatta No Tav

marzo 12, 2013 Redazione

Rifiutano le interviste (persino di dire il cognome), si presentano col Fatto sottobraccio e si lamentano già degli sprechi

Come è andato il primo giorno dei “cittadini” (loro rifiutano il titolo di deputati e senatori) cinquestelle a Montecitorio e palazzo Madama? Raccontando gli adempimenti in attesa delle prime sedute, le cronache odierne dei giornali sono avare di descrizioni. Gli eletti M5S, infatti, non rilasciano interviste, non si fidano dei giornalisti (e su questo non hanno tutti i torti), come d’altronde non si fidano di nessuno, a meno che non sia Beppe Grillo o Gianroberto Casaleggio. Al cronista della Stampa, ad esempio, un cittadino pentastellato ha così risposto: «Come mi chiamo? Riccardo, e non rilascio interviste».

Solo su un particolare tutte le cronache concordano. Erano un po’ spaesati e intimoriti. Alcuni hanno contestato lo “spreco” di denaro pubblico dovuto al fatto che i commessi li hanno aiutati a orientarsi nei corridoi del Palazzo (preferivano perdersi?), anche se, poi, richiesti se fossero d’accordo a “licenziare” qualche addetto, hanno subito fatto marcia indietro: «Non, no, non intendevamo questo…».
Avrebbero voluto posizionarsi nell’emiciclo negli ultimi banchi, ma gli è stato spiegato che non è possibile. Dunque dove si metteranno? Rimane il mistero per un “partito non-partito” che fa della sua non collocazione (a destra, a sinistra o al centro) un proprio marchio di fabbrica.

Poi, è vero che l’abito non fa il monaco, ma cosa pensare se la maggior parte di loro si è presentata con in mano una copia del Fatto quotidiano e al Senato il grillino Marco Scibona si è presentato con una cravatta su cui appariva vistosa la scritta «No Tav»?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. paolo luigi says:

    il problema non sono loro sono quelli che li hanno votati e putrtroppo sono tanti,

  2. andrea says:

    “Cittadini” non si definivano anche Danton e Robespierre e i loro soci del terrore? … sicuramente solo coincidenze…e male interpretazioni come pensare che dire “se non governiamo noi ci sarà il caos” o “se la Chiesa non si comporta come dico io la metteremo a posto noi”

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.