Google+

Il patriarca ortodosso di Mosca: «Contro di noi la stessa propaganda di quando lo Stato era nemico di Dio»

febbraio 6, 2013 Benedetta Frigerio

Dopo la vicenda delle Pussy Riot, il patriarca Cirillo ha spiegato che la persecuzione è ancora in atto anche se più subdola. A essa bisogna rispondere con una presenza viva in ogni località

Da quasi un anno la Chiesa ortodossa russa è stata presa di mira duramente per via di certe sue posizioni sia sulla questione omosessuale sia sulla vicenda delle cantanti Pussy Riot, arrestate per aver oltraggiato la chiesa del Cristo Redentore.
Durante l’Assemblea dei vescovi ortodossi conclusasi ieri, il patriarca di Mosca Cirillo ha detto che «la Chiesa, pur essendo fuori dalla lotta politica, farà sempre una valutazione morale dei processi sociali e richiamerà le parti in contrasto». Il patriarca ha aggiunto che, sebbene ci sia chi «vorrebbero usare la Chiesa come uno strumento di lotta politica» sia chi «vuole intimidirla», la Chiesa continuerà a unire «nel suo seno i cristiani ortodossi, senza fare differenza tra loro secondo un criterio politico».

STATO SELVAGGIO. Rispetto agli attacchi che la Chiesa «ha dovuto subire a più riprese, attacchi esterni che si sono manifestati con tutta una serie di campagne tendenziose e calunniatrici, di sortite blasfeme, fino alla distruzione di oggetti sacri e alla profanazione di luoghi di culto», Cirillo è stato chiaro. E ha parlato di «una campagna tesa a screditare la Chiesa come detentrice di valori fondamentali e del secolare ideale morale della nostra società, con l’obiettivo di costringerci al silenzio e di farci smettere di testimoniare la verità divina».
Il patriarca ha fatto notare che se «oggi non si mandano più i preti in prigione, non si chiudono le chiese», la potenza dell’assalto non è minore. Infatti, «quelli che attaccano la Chiesa ai nostri giorni si servono degli stessi metodi propagandistici che utilizzavano quando lo Stato era nemico di Dio». I mezzi di informazione sono stati usati per veicolare più subdolamente «l’indifferenza, il permessivismo, il perdono frainteso e l’atteggiamento condiscendente nei confronti della profanazione dei luoghi sacri per la religione e per la nazione». Approvando ciò che conduce «inevitabilmente al ritorno a uno stato selvaggio in materia spirituale, all’annientamento delle barriere morali e di conseguenza all’indurimento degli uomini, alla crescita dei conflitti interetnici, alla perdita della capacità di costruire una società solidale».

 

LE ARMI DA USARE. Per il patriarca è un «dovere religioso» difendere i luoghi e gli oggetti sacri. Questo può essere fatto, a livello comunicativo sfruttando le nuove tecnologie ma, soprattutto, attraverso l’apertura di nuove parrocchie. Così che la Chiesa sia fisicamente incontrabile e «in ogni località, anche la più piccola, ci sia un locale dove il sacerdote possa celebrare le funzioni».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana