Google+

Il Parlamento dell’Indonesia discrimina gli atei e le religioni non ufficiali. E chi li difende? La Chiesa

dicembre 13, 2013 Leone Grotti

Una legge obbliga i cittadini a indicare sulla carta d’identità a quale religione appartengono ma limita la scelta alle sei religioni riconosciute dallo Stato. Oltre 400 mila persone a rischio persecuzione

Il Parlamento dell’Indonesia ha emendato la Civil Administration Law confermando però l’articolo 64 che limita fortemente la libertà religiosa. La legge infatti obbliga i cittadini a indicare sulla carta d’identità a quale religione appartengono, ma limita questa scelta solamente alle sei riconosciute ufficialmente: islam, cristianesimo, cattolicesimo, induismo, buddhismo e confucianesimo.

CARTA D’IDENTITÀ. In questo modo, però, le oltre 400 mila persone che appartengono a religioni minori sono costrette o a mentire sulla propria appartenenza o a indicare la voce “altro”, che in Indonesia espone al rischio di essere considerati atei. Nonostante la Costituzione riconosca a tutti la libertà religiosa, gli atei e i membri di religioni non ufficiali sono a forte rischio di persecuzione: soprattutto in alcune regioni (Sulawesi centrali, Molucche) si rischia di essere incarcerati, aggrediti o anche uccisi da estremisti religiosi (spesso islamici).
Altre volte sono gli stessi governi locali che discriminano chi non crede in un Dio non garantendo i servizi di base scolastici e sanitari.

CHIESA DIFENDE DIRITTI DEGLI ATEI. Per questo parte della società civile e la Chiesa cattolica avevano chiesto al governo di mettere mano alla legge e di eliminare nella carta d’identità la voce “religione”. Già nel 2011 il portavoce della Commissione inter-religiosa della Conferenza episcopale indonesiana aveva sottolineato la necessità di approvare «una legge che garantisca davvero la libertà di praticare la propria fede» e che non richieda ai cittadini di adottare per forza una delle religioni ufficiali.

PERSECUZIONE RELIGIOSA. L’Indonesia è la nazione musulmana più popolosa al mondo ed è spesso teatro di violenze e abusi nei confronti delle minoranze, come quella cristiana. Circa ogni mese folle di musulmani tentano di distruggere chiese o di impedirne la costruzione. Nella provincia di Aceh, inoltre, vige la legge islamica mentre in altre aree si fa sempre più radicale l’influenza della religione musulmana nella vita di tutti i cittadini.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. beniamino lori scrive:

    Mi stupirei se non fossero i Cristiani a difendere la dignità e i valori umani di ogni persona. Gesù ha posto l’uomo al centro di tutta la sua azione, tanto da prenderne la natura. Così almeno mi hanno insegnato.
    Purtroppo non sempre è avvenuto. E lì sta lo scandalo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana