Google+

Il paradosso della rissa di Bollate è che ora la “baby bulla” è diventata vittima dell’indignazione anti-bulli

febbraio 10, 2014 Redazione

La madre dell’adolescente che ha picchiato una coetanea chiede perdono per quanto accaduto. I commentatori di internet indignati per il bullismo? Fanno i bulli con la ragazzina

bollate-pestaggio«Quello che ha fatto mia figlia è indescrivibile. Io mi sento una nullità come genitore, in questo momento. La nostra famiglia vive un incubo». A distanza di una settimana, le prime parole sensate a commento della rissa fra ragazzine davanti a un istituto superiore di Bollate, vengono dalla madre della quindicenne filmata mentre pestava una sua coetanea. La donna, sentita dal Corriere della Sera, ha confessato di essere molto addolorata per quanto successo, tanto da farle dire di essere stata incapace di crescere la ragazzina che si è comportata violentemente con un’altra adolescente.

INTERNET E VIOLENZA. La rissa andata in onda su tutti i telegiornali negli scorsi giorni si è scatenata durante un incontro tra studentesse, al di fuori di una scuola di Bollate. Secondo le testimonianze, una ragazza del gruppo avrebbe sottratto il ragazzo alla “bulla”, che, dopo alcune provocazioni, se l’è presa con una sua amica. Ancora più della violenza e del contesto (parolacce e bestemmie), quello che sconcerta è che gli amici delle ragazze, al posto di dividerle, le hanno incitate a picchiarsi, filmando tutto coi cellulari e poi caricando il video su Facebook. Il caso è stato già rubricato dai media fra gli episodi di bullismo e ha suscitato l’indignazione dei lettori del web. Il paradosso è che proprio i commentatori della rete hanno reiterato le violenze verbali, scagliandosi contro la “bulla” e insultandola pesantemente sui falsi profili facebook della ragazzina creati da anonimi. «Il suo profilo è stato chiuso dai carabinieri il primo giorno – ha spiegato la donna – quelli che ci sono ora sono tutti falsi. Noi non viviamo più da quando è stato pubblicato quel filmato. Io non sto andando al lavoro, né lei a scuola – ha proseguito la madre -. Riceviamo minacce e insulti». Un simile trattamento è ancora riservato alla ragazza aggredita, che da quel giorno non esce di casa.

IL BULLISMO DEL WEB. «Mia figlia ha sbagliato e pagherà nelle sedi opportune. Quando sarà possibile incontrarci, io cercherò di scusarmi con la famiglia dell’altra ragazza», ha ribadito la signora. «Non è un mostro e mi fa orrore che persone adulte si scaglino contro una ragazza di 15 anni senza neppure conoscere la nostra famiglia. Io sono separata da 13 anni, ho cresciuto i miei due ragazzi con gli stessi valori. Purtroppo non con lo stesso risultato». La madre della ragazzina ha proseguito osservando che la «persona che ha filmato non doveva mettere il video su Internet, ma andare a consegnarlo ai carabinieri, perché mia figlia giustamente pagasse per ciò che ha fatto» e che invece ha preferito darlo in pasto al web. A suo dire si tratterebbe addirittura di un adulto.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. luca scrive:

    i vostri figli!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana