Google+

«Il Papa ha lasciato un segno indelebile nella città di Milano»

giugno 5, 2012 Massimo Giardina

L’organizzatore della Giornata mondiale della famiglia, il vescovo ausiliare Erminio De Scalzi, a tempi.it: «Ci sarà un risveglio della pastorale delle parrocchie. Già si sono visti valore e vitalità degli oratori».

Conclusa la visita di Benedetto XVI in terra ambrosiana, Erminio De Scalzi, vescovo ausiliare di Milano, è felice per i giorni di festa e duro lavoro del Family 2012, di cui è stato il principale organizzatore. Il prelato milanese parla delle «pietre nascoste», quelle persone che senza farsi vedere hanno permesso la realizzazione dell’evento. «I volontari hanno messo l’efficienza a servizio della gratuità in un anno di lavoro – racconta a tempi.it -. Nella prassi questo accade per logiche di profitto, mai gratuitamente. Tra i 5.500 volontari, 1.200 erano stranieri residenti a Milano: un esempio concreto di integrazione».

Eccellenza, quante ore ha dormito nell’ultima settimana?
Per fortuna ho il carisma del sonno. Dopo una giornata come quella di domenica, sono tornato a casa alle sei del pomeriggio, mi sono steso un attimo sul letto per risvegliarmi alle nove e mezzo, ho detto le mie preghiere e mi sono rimesso a dormire.

Come vescovo ambrosiano, come ha vissuto questi giorni intensi?
Ho vissuto in primo luogo la vicinanza di tanti sacerdoti oltre a una tangibile vicinanza con il Santo Padre. Questo è il lavoro più bello: l’evangelizzazione dell’amore umano letto alla luce della fede.

Crede che Benedetto XVI, con il Family 2012, abbia lasciato un segno indelebile nella città di Milano?
Sì, il Papa è venuto a confermarci nella fede e credo che ci sarà un risveglio della pastorale delle parrocchie perché abbiamo messo la famiglia al centro dell’azione sociale e civile ma anche al centro della nostra azione pastorale. Penso agli oratori: a due giorni di distanza non sappiamo ancora quale sarà il risvolto operativo, ma sicuramente quello che abbiamo vissuto in questo giorni ha dimostrato il valore e la vitalità degli oratori.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana